menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo, esonda il Livenza a Mansué: due case isolate

Il fiume, tenuto sotto osservazione da sabato 4 gennaio, ha superato gli argini domenica mattina a Prà dei Gai. Apprensione anche per il Monticano e il Dosson

Piove ininterrottamente da ore nella Marca trevigiana e l'attenzione va soprattutto al livello dei fiumi.

Domenica mattina il Livenza, monitorato da sabato dalla protezione civile, è esondato a Prà dei Gai, a Mansuè, lasciando isolate due abitazioni.

Preoccupa anche il Monticano, tenuto sotto osservazione, insieme al suo torrente, il Ghebo, che a Codogné ha sfiorato la rottura degli argini sabato sera.

A Preganziol, invece, è il Dosson a far paura: in queste ore ha raggiunto il livello degli argini e si teme che esondi.

Non è migliore la situazione in montagna: la protezione civile del Veneto ha dato lo stato di allarme per rischio valanghe su tutte le Dolomiti e lo stato di preallarme per le Prealpi venete nelle province di Belluno, Treviso, Verona e Vicenza a partire dalle ore 16 di domenica fino a diversa comunicazione.

Secondo le previsioni, a duemila metri dovrebbero cadere tra i 70 e gli 80 centimetri di neve. Il pericolo di valanghe sarà ancora in generale marcato, ma potrà aumentare fino a forte, dal pomeriggio, nei settori dolomitici caratterizzati dai maggiori cumuli di neve fresca. Saranno probabili distacchi spontanei di valanghe di medie dimensioni di neve umida anche lungo i percorsi abituali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Dalla Rete

    Digos della Questura di Treviso, nominato il nuovo dirigente

  • Salute

    Monastier, nuova tecnica 3D per gli interventi a spalla e ginocchio

  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento