Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

La madre naturale scrive a Luisa: "Sei il simbolo della violenza che ho subito"

La parrucchiera 29enne di Falcade era nata a Montebelluna e poi lasciata in adozione: dopo l'appello a "Chi l'ha visto?" la lettera anonima recapitata qualche giorno fa

MONTEBELLUNA “Luisa, non ho scelto io di chiamarti così. Non ho nemmeno scelto di averti, per me sei solo la più dolorosa ferita che ho avuto a 18 anni, altro che madre naturale. Ero una ragazza, più giovane di quello che sei tu ora. Tutto sognavo e tutto potevo sperare, ma non certo la violenza che ho subito e di cui tu sei simbolo...”. Questo il testo di una lettera anonima recapitata a Luisa Velluti, parrucchiera 29enne di Falcade nata a Montebelluna e poi lasciata in adozione dalla sua madre naturale. A scrivere questa missiva sarebbe stata proprio la donna, raccogliendo così l'appello lanciato dalla figlia naturale alla trasmissione "Chi l'ha visto?". A riportare la notizia della lettera ricevuta da Luisa è stato il Gazzettino di Treviso in edicola oggi. La ragazza, dopo la nascita, era stata adottata da una famiglia bellunese e aveva pochi mesi fa espresso il desiderio di conoscere la persona che l'ha data alla luce. Per Luisa, ammesso che la lettera recapitata nella sua cassetta della posta sia vera, è arrivata questa amara verità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La madre naturale scrive a Luisa: "Sei il simbolo della violenza che ho subito"

TrevisoToday è in caricamento