rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Maltempo, frane e smottamenti: in Cadore continuano le operazioni dell'Esercito

I militari stanno liberando le strade bellunesi di maggior scorrimento dai detriti lasciati dal nubifragio. Nel frattempo anche i tecnici Enel sono al lavoro per ripristinare la corrente

Continua l’impegno dell’Esercito nel fronteggiare l’emergenza maltempo nel Nord Est d’Italia. L’impiego dei militari, fornito a supporto delle istituzioni locali in coordinamento con la Protezione Civile, sta contribuendo a soccorrere e lenire i disagi delle persone colpite dalle eccezionali piogge e dal forte vento.  In particolare in Cadore sono intervenuti i militari del 2° reggimento genio guastatori di Trento, del reggimento genio ferroviari di Bologna e del 3° reggimento genio di Udine con i loro assetti specialistici per concorrere al ripristino della viabilità, per interventi in emergenza e per monitorare i livelli dei fiumi a rischio esondazione. 

Coordinati dal Comando Forze Operative Nord in collaborazione con i Vigili del Fuoco, i militari stanno liberando le strade di maggior scorrimento dai detriti lasciati dal nubifragio nella provincia di Belluno nelle località di Auronzo di Cadore, Falcade, Rocca Pietore, Gosaldo; nell’area di Feltre hanno messo a disposizione una piattaforma elevabile indispensabile per le potature e gli interventi sui fabbricati. I loro assetti di trasporto stanno portando in Veneto materiali per costruire delle opere di contenimento. Sempre nel bellunese un elicottero da trasporto pesante CH47 dell’Aviazione dell’Esercito insieme a un’autogrù del reggimento Lagunari, in coordinazione con l’ENEL, ha da poco ultimato il trasferimento di generatori elettrici in aree prive di energia. L’impegno dell’Esercito in questi giorni si concretizza anche sul rimanente territorio nazionale attraverso l’allertamento di tutti i 12 reggimenti genio distribuiti sulla penisola che esprimono capacità non solamente operative ma anche di protezione civile essendo dotati di mezzi speciali quali escavatori cingolati, terne ruotate, autogru, motopompe, torri di illuminazione, gruppi elettrogeni, veicoli tattici risultano utili nel ripristino della viabilità e negli interventi post alluvionali.  Gli alpini del 2° reggimento genio guastatori al lavoro in Cadore, pochi giorni fa sono stati impiegati, assieme alla Protezione Civile dell’ANA, nell’esercitazione Vardirex in area veronese dove è stato simulato l’impiego di assetti civili-militari in caso di calamità naturali.

Nel frattempo continua in Triveneto l’impegno della task force di oltre 1.500 risorse dispiegate da E-Distribuzione, la Società del Gruppo Enel che gestisce le reti di media e bassa tensione. Le attività di riparazione proseguono senza sosta sin da lunedì per fronteggiare le conseguenze della forte ondata di maltempo che si è abbattuta sulla penisola e in particolare sul Triveneto, dove si sono verificati guasti diffusi sia sulla rete di trasmissione nazionale che sulle linee di media e bassa tensione. Rispetto alla giornata di lunedì, sono state già rialimentate complessivamente quasi 255.000 utenze in Veneto e Friuli Venezia Giulia. Nel corso della notte tra venerdì e sabato, grazie al lavoro incessante delle squadre di E-Distribuzione, sono stati rialimentati ulteriori 3.900 clienti in Provincia di Belluno. Alle ore 11:45 di sabato rimangono circa 5.700 utenze disalimentate, principalmente seconde case e clienti situati nei Comuni del bellunese dove persistono tuttora gravi problemi di viabilità, quali rischio frane o limitazione al transito di mezzi pesanti, questi ultimi necessari per il trasporto di gruppi elettrogeni da parte di E-Distribuzione.

E-Distribuzione è in costante contatto e coordinamento con le Prefetture, con le Istituzioni locali e con le strutture di Protezione Civile con cui si stanno organizzando interventi nelle zone di difficile accessibilità, anche in base all’evolversi delle condizioni meteo che compromettono la possibilità di intervenire in sicurezza. Nel momento in cui perverrà la disponibilità di pieno transito da parte delle Autorità competenti, E-Distribuzione effettuerà il trasporto e l’installazione di gruppi elettrogeni per completare il ripristino del servizio elettrico. Inoltre, non appena le condizioni di visibilità lo consentiranno, ulteriori gruppi elettrogeni, già presenti nel bellunese e pronti per l’installazione, verranno consegnati nelle aree più impervie attraverso l’utilizzo di elicotteri abilitati ai trasporti speciali, come già avvenuto venerdì pomeriggio a San Tomaso Agordino grazie ad un elicottero dell’Esercito Italiano.

In totale, sono oltre 1.200 i gruppi elettrogeni impiegati da E-Distribuzione nel bellunese, tra quelli già installati e quelli che saranno installati non appena gli ultimi Comuni saranno raggiungibili. E-Distribuzione ricorda infine che, per la segnalazione dei guasti, è possibile contattare il numero verde 803.500, indicando il codice POD (nel formato IT001E…) della propria utenza riportato nella bolletta elettrica. Inoltre, è possibile ricevere informazioni anche sui canali social Facebook e Twitter di E-Distribuzione nonché sul sito Web www.e-distribuzione.it dove, nella sezione “interruzione di corrente”, è stata messa a disposizione la "mappa delle disalimentazioni" che fornisce dati in tempo reale sullo stato della rete elettrica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, frane e smottamenti: in Cadore continuano le operazioni dell'Esercito

TrevisoToday è in caricamento