Cronaca

Maltempo e frana in Cadore nel Bellunese, tre vittime accertate

Mentre cercavano una coppia, gli uomini del soccorso alpino hanno rinvenuto i corpi di due persone prive di vita e non ancora identificate. Tre morti

BELLUNO Tre vittime accertate e tanti danni. È il bilancio del forte maltempo che martedì sera si è abbattuto sul Cadore, tra Cortina, San Vito, Auronzo Valle del Boite e Borca, provocando una frana e di conseguenza tre morti. Durante le ricerche del compagno di una ragazza estratta martedì sera dalla sua macchina trascinata da una frana del torrente Rusecco, sono stati rinvenuti i corpi senza vita di due persone, al momento non identificate, uno un chilometro circa sotto la briglia dove si è fermata l'auto della coppia, l'altro molto più a valle. Cortina è rimasta isolata diverse ore. Con il rinvenimento, attorno alle 10.30, del corpo senza vita di un'altra persona nei pressi del cimitero di San Vito di Cadore, sono in totale tre le vittime (due uomini e una ragazza) della frana che ieri sera si è staccata dall'Antelao, trascinando nel suo percorso anche diverse auto parcheggiate alla partenza della seggiovia San Marco, da una delle quali è stata tratta in salvo una giovane, mentre il marito, veniva trascinato a valle. Sulla lunghezza della frana continuano le ricerche dei soccorritori. Tra le vittime c'è anche una ragazza di 14 anni.

Proseguono intanto le ricerche di un turista scomparso sotto la frana di detriti innescatasi martedì sera lungo il torrente Rusecco. Quando, allertata alle 21.10, la prima squadra del Soccorso alpino di San vito ha raggiunto il parcheggio della partenza della seggiovia di San Marco si è trovata di fronte molte macchine travolte. Quattro soccorritori hanno quindi deciso di scendere lungo il torrente e verificare che non vi fossero vetture trascinate a valle.

SCARICA DI SASSI COLPISCE DUE ALPINISTI TREVIGIANI DURANTE IL MALTEMPO

Ed è stato all'altezza di una briglia che hanno scorto la macchina straniera in bilico, con una ragazza che si sporgeva dal finestrino, incastrata. I quattro soccorritori hanno provveduto ad estrarla, mentre arrivava una seconda squadra portando la barella. La donna, che continuava a dire che con lei c'era anche il marito, è stata trasportata fino all'Hotel Roma e affidata all'ambulanza diretta all'ospedale di Pieve di Cadore, mentre iniziavano le ricerche del compagno, la cui presenza è subito stata esclusa all'interno dei resti dell'abitacolo. La coppia stava dormendo in macchina, quando la frana ha trascinato la loro auto a valle assieme ad altre 4 vetture, una portata dalla massa di sassi e acqua fino a San Vito.

EVENTO ECCEZIONALE Secondo quanto ha riferito l’Arpav, il violento temporale che ha colpito l’Antelao e ha causato tre frane in Cadore, tra cui una sul Ru Secco che ha provocato tre vittime, si è scatenato con 40 millimetri di pioggia in meno di un’ora. La pioggia battente ha avuto effetti significativi soprattutto nella zona di San Vito di Cadore, dove si sarebbe verificato un evento del tutto eccezionale, mentre nelle altre zone i dati rivelerebbero un fenomeno “nella norma”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo e frana in Cadore nel Bellunese, tre vittime accertate

TrevisoToday è in caricamento