Allagamenti e alberi sradicati: nella Marca trevigiana torna l'incubo maltempo

Nella notte tra sabato e domenica una serie di violentissimi temporali ha colpito numerosi comuni della nostra provincia. Vigili del fuoco al lavoro per un totale di 35 interventi

Foto di Enrico Renosto

TREVISO Non c'è davvero pace per la provincia di Treviso, colpita ripetutamente nelle ultime settimane dagli effetti devastanti del maltempo. Dopo le grandinate che hanno bombardato i comuni di Oderzo e Vittorio Veneto nelle scorse settimane, nella notte tra sabato 8 e domenica 9 luglio una nuova ondata di maltempo ha colpito tantissimi comuni della nostra provincia.

Si è trattato di un fenomeno metereologico breve ma molto intenso, avvenuto da mezzanotte e mezza fino all'una e trenta di domenica, spiegano gli esperti. Pioggia, temporali e soprattutto un vento fortissimo hanno costretto i vigili del fuoco a compiere ben trentacinque interventi durante la notte per la caduta di diversi alberi in mezzo alle strade della nostra provincia. Gli interventi più significativi si sono verificati in tangenziale, all'altezza del bivio di Lanzago, in Viale terza armata (davanti alle scuole Stefanini di Treviso) e a Mogliano Veneto in via Terraglio 25/b. Qui un platano è stato sradicato dalla forza brutale del vento ed è finito su ben quattro macchine parcheggiate in sosta. Ingentissimi i danni. Sul posto sono intervenuti i pompieri che hanno temporaneamente messo in sicurezza l'area anche se la pianta sarà rimossa solo nella mattinata odierna. Altre cadute di rami e alberi in strada sono state registrate nei comuni di Paese, Istrana, Zero Branco, Caerano San Marco, Montebelluna, San Biagio di Callalta, Ponte di Piave e Follina dove un albero è caduto su un cavo della Telecom. Attimi di terrore a Quinto di Treviso dove un violentissimo e improvviso fortunale ha sorpreso diverse persone che stavano partecipando alla sagra del paese. Per fortuna nessuna di loro è rimasta ferita.

A Villorba infine si è verificato l'allagamento più significativo della serata. Il sottopasso di via Selghere, nella frazione di Lancenigo, è finito sotto acqua poco prima di mezzanotte, cogliendo di sorpresa un'automobilista rimasto bloccato all'interno della sua vettura. Provvidenziale, anche in questo caso, l'intervento dei vigili del fuoco che hanno estratto l'uomo dall'abitacolo e hanno liberato dall'acqua il sottopasso. Grazie al ritorno del beltempo, nella mattinata di domenica, la situazione sta lentamente tornando alla normalità

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

albero_mogliano-2albero_follina-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Covid 19, studio choc di un epidemiologo trevigiano:«Il vaccino? Forse è una chimera»

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Travolta sulle strisce pedonali, anziana ricoverata in rianimazione

  • Legato e cosparso di benzina, folle lite in casa: indagano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento