Nascondono carne nel passeggino per sfamare i figli piccoli

"Non abbiamo i soldi per dare da mangiare ai bambini". Così si sono giustificate due giovani madri, sorprese a rubare della carne in un supermercato di Casier

Due giovani mamme sono state fermate dai Carabinieri di Casale sul Sile all'uscita del supermarket “Prix” in via Zermanese a Casier, dopo che avevano rubato alcune confezioni di carne dal banco frigo per un valore di 50 euro.

Un dipendente del supermarket ha visto le due donne trafficare con gli alimenti e il passeggino e ha chiamato il 112. Una gazzella è subito intervenuta: bloccate le due donne di 22 e 29 anni, che effettivamente nascondevano la refurtiva nel passeggino dei piccoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con i militari si sono scusate dicendo che non avevano i soldi per sfamare i propri figlioletti. Gli alimenti rubati sono stati riconsegnati al supermarket.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento