menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Mareno mancano i postini, sa di avere un tumore dopo un mese

Una 43enne di Mareno di Piave è dovuta ricorrere ai carabinieri per avere il referto e ora è decisa a sporgere denuncia. Colpa della carenza di portalettere in città

Costretta a iniziare le cure con un mese di ritardo perché a Mareno di Piave mancano i postini. È la surreale vicenda di una 43enne del posto che è dovuta ricorrere ai carabinieri per ricevere la posta.

La donna, come altri cittadini di Santa Maria e Bocca di Strada, non riceveva la posta da settimane e, stanca di attendere si è presentata all'ufficio postale "scorata" dai militari per avere i documenti che aspettava con urgenza. Tra la montagna di posta inevasa per carenza di personale l'esito del test oncologico effettuato dalla 43enne all'ospedale di Castelfranco Veneto lo scorso 19 dicembre.

Il referto, spedito dal nosocomio il 27 dicembre, è così arrivato nelle mani della 43enne solo il 16 gennaio: un mese dopo la visita. La donna, madre di due bambini, è stata così costretta a intraprendere la terapia in ritardo e per questo è decisa a sporgere denuncia contro Poste Italiane.

È una vicenda su cui bisogna fare immediatamente chiarezza e chi ha sbagliato deve assumersi tutte le sue responsabilità. Si tratta di un episodio vergognoso che in Veneto non deve più accadere. Voglio essere chiaro: non accetterò che nulla e nessuno si frapponga all’efficacia e all’efficienza della sanità veneta”, ha commentato il presidente del Veneto Luca Zaia, appresa la notizia.

“Questa donna ha ritardato la propria terapia senza motivo - ha proseguito Zaia - Non si può giocare con la salute dei cittadini in questo modo e lasciare che gli esiti di un esame finisco in una pila di posta dimenticata. Mi dispiace ed esprimo la mia solidarietà a questa donna per quanto successo e mi auguro che arrivino per prima cosa le scuse di chi ha sbagliato".

“Nei prossimi giorni – ha concluso il presidete – seguirò da vicino l’evolversi della vicenda perché a questa signora vanno date delle risposte e mi auguro di non assistere al solito scaricabarile delle responsabilità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento