rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Cronaca Centro / Piazza Silvio Trentin

Mette le mani sotto la gonna di una 30enne, a processo per violenza sessuale

I fatti si sarebbero svolti l'11 luglio del 2020 in piazza Trentin a Treviso. La vittima dei presunti abusi sarebbe una donna del capoluogo, che quella sera era uscita in compagnia di due amiche

L'aveva osservata per tutta la sera, forse persino pedinata. Quando la vittima si è avvicinata ad un distributore automatico di sigarette e si è piegata per prendere il pacchetto appena comperato l'avrebbe avvicinata da dietro e, mettendo la mano sotto la gonna, l'avrebbe toccata. E' questa la storia raccontata dal processo iniziato oggi, 3 marzo e che vede un trentenne accusato di violenza sessuale. 

I fatti si sarebbero la sera svolti l'11 luglio del 2020. La vittima, che lei una trentenne di Treviso, era uscita con due amiche, con cui avrebbe inizialmente raggiunto il Bar Roggia in Piazza Trentin, in pieno centro. Ad un certo punto, bevuto qualche cosa, il terzetto decide di dirigersi verso il Bistrot delle Mura ma prima la giovane si sarebbe fermata al distributore automatico di sigarette per acquistare un pacchetto. E a questo punto che l'uomo, che la ragazza conosceva di vista, si sarebbe avvicinato a lei: avrebbe atteso che si la donna si piegasse in avanti e quindi le avrebbe infilato le mani sotto la gonna, palpandola con insistenza. La scena ha avuto come testimone una delle amiche che, sconvolta, voleva chiamare le forze dell'ordine. «Io - ha detto oggi, 3 marzo, la presunta vittima, chiamata sul banco dei testimoni - non volevo creare confusione e soprattutto fare in modo che i miei genitori si preoccupassero. Così le ho detto di lasciare perdere».

Ma l'uomo, accompagnato da un amico, le avrebbe seguite fino alle Mura. Si sarebbe seduto ad un tavolino del bistrot, vicino a quello occupato dallle tre ragazze, e avrebbe continuato a fissare la trentenne con insistenza. «Dopo quello che era successo - ha detto un'amica, che anche lei ha deposto in aula - la situazione si era fatta particolarmente sgradevole e così ho telefonato alle forze dell'ordine, denunciando anche quanto avevo visto in precedenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mette le mani sotto la gonna di una 30enne, a processo per violenza sessuale

TrevisoToday è in caricamento