Cronaca

Gli animalisti tornano a Mareno di Piave: dopo gli striscioni il sit in

I militanti di Centopercentoanimalisti domenica saranno a Mareno, nello stesso luogo in cui sono stati affissi degli striscioni nei giorni scorsi

Lo striscione affisso giovedì notte

MARENO DI PIAVE Domenica 27 settembre militanti di Centopercentoanimalisti saranno presenti a Mareno di Piave, nel luogo dove i cacciatori avrebbero minacciato con le armi un gruppo di ragazzi disabili in gita, e in luoghi vicini. Si muoveranno a piccoli gruppi, ognuno in contatto con gli altri, in modo da monitorare tutta la zona e poter concentrarsi rapidamente in caso di bisogno. “Lo scopo – spiegano - è affermare il diritto di tutti di usufruire delle zone verdi, campagne boschi montagna, che i cacciatori sembrano ritenere di loro esclusiva proprietà. Tanto che cacciano via, offendono e minacciano quelli che, secondo loro, sono "estranei"”.

Già giovedì notte i militanti del movimento avevano affisso alcuni striscioni a Mareno. “I cacciatori, con il loro ben noto coraggio, ci vedono "minacce di morte". Non sono abbastanza intelligenti da capire l'ironia del messaggio – accusano gli animalisti -. D'altra parte, non servono minacce: ad ammazzarsi ci pensano loro: sparandosi addosso a vicenda, rotolando nei dirupi e nei fossi o facendosi incornare... da un Cervo già morto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli animalisti tornano a Mareno di Piave: dopo gli striscioni il sit in

TrevisoToday è in caricamento