rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Asolo / Piazza Brugnoli

Colata di cemento minaccia Asolo, corteo in centro

L'approvazione del Pat comporterebbe la possibilità di edificare migliaia di metri cubi in vent'anni, snaturando così il borgo e le colline circostanti. Un centinaio di persone, domenica, si sono riunite per dire "No al cememto"

Il Pat di Asolo mette a repentaglio la città e i cittadini non sono d'accordo. Per questo domenica mattina sono scesi in piazza a protestare.

Alle 10.30 un centinaio di persone si sono riunite in piazza Brugnoli per dire "No al cemento". Presenti, oltre al PD che ha organizzato l'iniziativa, residenti ed espoenti di varie associazioni.

Sbandierando cartelli "Stop al cemento", "700 appartamenti???", "Basta cemento", i manifestanti hanno espresso il loro dissenso rispetto a un piano urbanistico che vuole stravolgere uno dei borghi più belli della Marca.

I punti del Pat, rese note la scorsa settimana durante una seduta della commissione consiliare urbanistica, prevedono la possibilità di edificare migliaia di metri cubi nei prossimi vent'anni: una colata di cemento che snaturerebbe Asolo e le sue colline.

Sui progetti dell’amministrazione comunale si sono già espressi negativamente l’ex sindaco Daniele Ferrazza e il critico Vittorio Sgarbi. Ieri è stata la gente comune a far sentire la propria voce.

Ma la protesta non si esurisce qui. I manifestanti si sono dati appuntamento mercoledì sera, davanti al municipio, dove si riunirà il consiglio comunale per discutere del Pat.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colata di cemento minaccia Asolo, corteo in centro

TrevisoToday è in caricamento