menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marco Melis: un trevigiano d'adozione progetta gli occhiali per i piloti della MotoGp

Grazie alla partnership con il team Octo Pramac Yakhnich, la sartoria di occhiali Marco Melis realizzerà una serie limitata di occhiali dedicati ai piloti del campionato di Moto Gp

TREVISO Lo stile e la cura per i dettagli di un grande designer di origini trevigiane entrano a far parte del mondo del motociclismo da corsa. E' di poche ore fa la notizia che la Marco Melis eyewear, recente protagonista della Fiera MIDO di Milano, porterà l’eleganza, lo stile e il gusto targato Italia in un mondo sul quale anno dopo anno, si concentrano le attenzioni di milioni di persone, richiamate da quello che è e sarà sempre la massima espressione del motociclismo mondiale, vale a dire: la nuova stagione del campionato di MotoGp.

La nota azienda veneta, con sede nelle splendide montagne del Cadore, fornirà i suoi occhiali ai piloti del team Octo Pramac Yakhnich, scuderia in competizione nel massimo campionato motociclistico al mondo, rappresentata dai piloti Danilo Petrucci e Scott Redding, entrambi in sella alle Ducati Desmosedici. Petrucci dovrà fare i conti con il brutto infortunio alla mano destra, in cui è incorso durante gli ultimi test invernali ma da cui si sta lentamente riprendendo, mentre il britannico Redding si è già messo in luce risultando il secondo più veloce dietro al campione del Mondo Jorge Lorenzo. Risultati che fanno ben sperare in vista dell'inizio della nuova stagione. Nei giorni che precedono la prima gara del campionato, Marco Melis in persona ha voluto consegnare l’occhiale dedicato al Team al Presidente di Pramac, Paolo Campinoti.

Grande la soddisfazione per la partnership da parte del fondatore della ditta veneta di occhiali che ha descritto con queste parole l'avvenimento: "Come dico sempre, per me fare un occhiale è come fare un abito, in questo caso parto dalla stoffa, ma quella di chi deve indossarlo, quindi dalla grinta ma, nello stesso momento, sobrietà e, perché no, anche dalla classe. Ho voluto usare i colori del Team incollandoli tra loro per poi andarli a smussare e far emergere cosa c’è dentro l’occhiale, cioè l’anima della Pramac e i suoi colori." Grazie a questa nuova linea d'occhiali, l'eccellenza veneta e trevigiana arriva quindi a farsi conoscere in tutto il Mondo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento