rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Mareno di Piave

Asfissiato dentro un autoclave, assolto il titolare dell'azienda

Daniel Alexandru Cojocaru, il 43enne di origini romene, era deceduto nell'agosto del 2017 all'interno dei una autoclave utilizzate per la spumantizzazione dei vini alla Cide di Mareno di Piave. Per quei fatti è stato assolto dal grave reato di omicidio colposo Ettore Dall'Armellina, il titolare della ditta

Ettore Dall'Armellina non è responsabile della morte di Daniel Alexandru Cojocaru, il 43enne di origini romene deceduto nell'agosto del 2017 per asfissia all'interno dei una autoclave utilizzate per la spumantizzazione dei vini. Questa la sentenza emessa oggi venerdì 22 ottobre dal giudice Francesco Sartorio che, al termine del processo che vedeva l'imprenditore alla sbarra per omicidio colposo, ha ritenuto che "il fatto non sussiste". Il pubblico ministero Francesca Torri aveva  chiesto una condanna a 2 anni.

Cojocaru, che era un operaio esperto assunto da 17 anni dalla Cide, azienda vitivinicola di Mareno di Piave, fu trovato riverso a pancia in giù. La cisterna era vuota e non sarebbero stati in programma lavori di manutenzione durante la giornata, che solitamente avvenivano comunque in automatico. All'interno l'atmosfera ha una minima percentuale di ossigeno ed è invece quasi satura di anidride carbonica e di azoto, gas che avrebbero provocato l'asfissia.

Secondo quanto emerso nel corso dell'istruttoria il 43enne sarebbe però entrato nell'autoclave non solo di sua iniziativa ma senza un apparente motivo. Le motivazioni del dispositivo saranno depositate entro 90 giorni.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asfissiato dentro un autoclave, assolto il titolare dell'azienda

TrevisoToday è in caricamento