menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marianna Cendron

Marianna Cendron

Marianna Cendron, convocato un nuovo vertice in prefettura

Martedì 14 gennaio Maria Augusta Marrosu presiederà un incontro con i rappresentanti delle forze dell'ordine per fare il punto delle indagini e valutare nuove piste

Marianna Cendron manca da casa da quasi un anno ormai, senza aver dato sue notizie e da circa due mesi regna il silenzio anche sul fronte delle segnalazioni.

Un silenzio inquietante, soprattutto per i genitori della 19enne di Paese, Pierfrancesco ed Emilia, che si spera verrà rotto dopo l'incontro organizzato per martedì mattina in prefettura. A presiedere il vertice, al quale parteciperanno i rappresentanti delle forze dell'ordine e il comandante della compagnia dei carabinieri di Montebelluna, la neo arrivata Maria Augusta Marrosu.

L'obiettivo dell'incontro è quello di fare il punto della situazione sulle indagini e valutare nuove piste. Finora l'ipotesi più accreditata è stata quella della "fuga perfetta" all'estero, in Francia, dove la giovane cuoca sperava di trovare lavoro, o in Bulgaria, alla ricerca della madre naturale. Ma il silenzio prolungato di Marianna, che in oltre dieci mesi di assenza non ha mai contattato la famiglia, né il fratello Giorgio, preoccupa.

LA SCOMPARSA - Marianna Cendron ha fatto perdere le sue tracce il 27 febbraio 2013. Quel giorno si era recata, come di consueto, al ristorante di Salvarosa dove lavorava. La sera avrebbe dovuto incontrare il fidanzatino, ma non è mai arrivata all'appuntamento. L'ultimo segnale proveniente dal telefono cellulare di Marianna la colloca nei pressi dell'ipermercato di Castelfranco Veneto, particolare che ha fatto presupporre che lì possa aver incontrato qualcuno. Il telefono non è ancora stato trovato, così come la bicicletta bianca che usava per spostarsi dalla fermata dell'autobus al posto di lavoro.

Della scomparsa della 19enne di Paese si è lungo occupata la trasmissione di Rai Tre "Chi l'ha visto?", alla quale, nei primi mesi, sono arrivate molte segnalazioni sulla presenza di Mary nel Trevigiano, nel Veneziano e anche nel Padovano. Da mesi però tutto tace, nonostante gli appelli dei genitori e le iniziative per ricordare la sua scomparsa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto Canova, Ryanair annuncia la programmazione estiva

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento