menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Partono per salvare una donna, soccorritori tornano con tre feriti

Doppio intervento per il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa a Crespano, domenica. Allertati per un incidente a Madonna del Covolo, hanno scoperto un altro problema a Col del Puppolo

CRESPANO DEL GRAPPA - Doppio intervento imprevisto, domenica pomeriggio, per il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa.

Poco dopo mezzogiorno, il Suem di Treviso è stato allertato per una donna infortunatasi sul Monte Grappa. Il 118 ha quindi inviato l'eliambulanza e una squadra del Soccorso alpino con due infermieri e un medico. Mentre l'elicottero sorvolava il bosco e la jeep del soccorso alpino si avvicinava da terra, l'equipaggio ha notato una vela appesa a un albero, sotto il decollo del Col del Puppolo. Qui una donna era sospesa nel vuoto, a oltre dieci metri dal suolo.

Il tecnico del Soccorso alpino di bordo è quindi stato calato con un verricello a terra per aiutare la malcapitata. La donna era pilota di un parapendio che si era scontrato con un altro, pilotato da un polacco. Le due vele si erano avvitate tra loro, precipitando, e il polacco aveva attivato il paracadute di emergenza. Entrambi i piloti erano finiti, incolumi, su un albero, ma la donna era rimasta sospesa più in alto mentre l'uomo, fermatosi a due metri dal suolo, era riuscito a scendere da solo.

Una volta sul posto il soccorritore si è arrampicato sull'albero e ha predisposto un ancoraggio per sollevare la pilota con un paranco. Dopo aver assicurato la malcapitata alla sua corda, l'ha calata fino al suolo.

Concluso l'intervento imprevisto, il soccorritore è stato recuperato dall'elicottero sbarcato nuovamente dove nel frattempo la squadra aveva raggiunto l'infortunata per la quale era stato lanciato l'allarme.

I feriti in realtà erano due: marito e moglie di Cassola (VI), A.Z. di 51 anni e A.R. di 47 anni. Percorrendo il sentiero 106, a Madonna del Covolo, la 47enne era scivolata e il marito, nel tentativo di trattenerla, era caduto insieme a lei. Entrambi erano volati da un salto di roccia di otto metri, ma ad avere a peggio era stata lei. Nella caduta l'escursionista ha riportato probabili traumi alla spalla e al torace e la frattura di una gamba.

Risaliti a piedi per 500 metri, i soccorritori hanno individuato la coppia, prestando ai due coniugi le prime cure. La donna, medicata, è stata imbarellata per essere trasferita sulla barella dell'eliambulanza e quindi trasportata all'ospedale di Treviso. Il marito, che presentava invece possibili contusioni alla spalla e al costato, è tornato a valle insieme ai soccorritori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Attualità

L'Arsenale di Roncade ceduto al fondo francese C-Quadrat

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Zona gialla dal 26 aprile, Confcommercio: «Grande iniezione di fiducia»

  • Incidenti stradali

    Scontro in A4 tra due tir e un'auto: morto sul colpo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento