rotate-mobile
Cronaca

La strage della Marmolada resterà senza colpevoli

Archiviata l'inchiesta. Nella perizia i motivi che hanno portato al disastro considerato imprevedibile

No, la tragedia della Marmolada non si poteva prevedere. Lo ha stabilito il giudice Enrico Borrelli, condividendo le motivazioni della Procura che, lo scorso dicembre, aveva chiesto l’archiviazione dell’inchiesta. Non ci sono colpevoli per le 11 persone morte il 3 luglio 2022 per il tragico distaccamento di un seracco che, sotto Punta Rocca, travolse gli alpinisti. In altre parole, un tragica fatalità.

La tragedia

L’ora segnava le 13.45: anche sulla Marmolada faceva caldo. Un caldo dettato da un sole che picchiava ben oltre la media pure in quota. Poi, il fragore. Una valanga di 78mila metri cubi si è riversata verso valle a 300 chilometri l’ora. Per dare un’idea dell’ampiezza, parliamo di due campi da calcio attaccati. Una volta terminato l’urto e la caduta del blocco ghiacciato, è iniziato il dramma.

Sono serviti i Ris di Parma per riuscire a identificare tutte le vittime: Liliana Bertoldi, Filippo Bari, Paolo Dani, Tommaso Carollo, i coniugi Davide Miotti ed Erica Campagnaro, i fidanzati montebellunesi Manuela Piran e Gian Marco Gallina, Nicolò Zavatta e i due turisti cechi Pavel Dana e Martin Ouda.

Manuela e Gian Marco: la loro vita “continua” in montagna

Tra i superstiti Davide Carinelli, finito in coma e poi risvegliatosi un mese e mezzo dopo la tragedia. Queste le sue parole riportate da L’Adige: «Mi sono trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato. Non do la colpa a nessuno per ciò che è successo. Quindi è giusto che sia stata archiviata questa vicenda».

La perizia

L’archiviazione dell’inchiesta sul disastro della Marmolada passa attraverso relazioni tecniche e perizie, dove emerge letteralmente che “sulla base delle conoscenze disponibili l'evento non era prevedibile”, così come “non è stato possibile identificare elementi che potessero, qualora osservati nei giorni precedenti, suggerire un alto rischio di crollo imminente”. Ma che cosa ha portato a quel distaccamento? Un mix di elementi, tra cui lo scioglimento della neve e la formazione di torrenti epiglaciali che accrescono la disgregazione del ghiaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La strage della Marmolada resterà senza colpevoli

TrevisoToday è in caricamento