«Se mi togliete l'acqua faccio una strage»: panico nel grattacielo di via Pisa

Un cittadino marocchino dopo aver accumulato ben 37.904,29 euro di spese condominiali non pagate, ha minacciato di morte sia l'amministratore che tutti i condomini

Il grattacielo di Via Pisa (Foto d'archivio)

«Se mi togliete l'acqua faccio una strage nel condominio e mi registro pure». Sono queste le frasi intimidatorie pronunciate da un cittadino marocchino residente da anni nel grattacielo di via Pisa a Treviso. L'uomo ha accumulato ben 37.904,29 euro di spese condominiali non pagate. Nei giorni scorsi, dopo innumerevoli solleciti, ha telefonato agli amministratori del palazzo e ha affermato di non poter pagare le bollette arretrate. Quando gli amministratori gli hanno detto che, per il mancato pagamento, gli sarebbe stato sospeso il servizio idrico in casa, l'uomo ha iniziato a dare in escandescenze minacciando prima l'amministratore e poi tutto il resto dei condomini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La segnalazione dell'accaduto è arrivata fino al consigliere comunale Davide Acampora che ha commentato la notizia con queste parole: «Ad Alessandro Zuin, amministratore del grattacielo di via Pisa, che ha messo a disposizione della Tower House la propria professionalità ed il proprio coraggio va tutto il mio sostegno umano e politico, come anche ai residenti onesti e preoccupati che oggi ho incontrato durante un ennesimo sopralluogo in via Pisa dopo la notizia delle minacce. C'era da aspettarselo che sarebbero emerse grosse difficoltà dal momento in cui si è deciso di tagliare i ponti agli approfittatori che da anni vivono sulle spalle della società. La pacchia è finita per i furbetti. Mi auguro che le minacce ricevute da questo personaggio restino soltanto tali, certo è che deve essere denunciato e monitorato al fine di evitare che possa ledere a qualcuno o fare gesti che mettano in pericolo la sicurezza del grattacielo. Nel frattempo, lunedì prossimo, grazie al nuovo corso avviato nel grattacielo di Via Pisa, al marocchino verrà sospeso il servizio idrico».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

  • Grave lutto per tutto il rugby veneto: a soli 55 anni si è spento Aldo Aceto

Torna su
TrevisoToday è in caricamento