Lite furibonda con la convivente: scarcerato il 40enne finito in cella

L'episodio era avvenuto a Maserada sul Piave. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per maltrattamenti familiari e resistenza a pubblico ufficiale e subito tradotto nel carcere di Santa Bona

Per arrestare il 40enne sono intervenuti i carabinieri

E' stato scarcerato L.T., il 40enne arrestato nella tarda serata di domenica a Maserada sul Piave dopo che nella casa in cui l'uomo convive con la compagna 46enne erano intervenuti i carabinieri chiamati dai vicini preoccupati dalle urla della donna, che avrebbe subito una violenta aggressione da parte dell'uomo.

Stamattina il 40enne si è presentato davanti al gip di Treviso Bruno Casciarri per la convalida dell'arresto. L'uomo, che è difeso dall'avvocato Alessandra Nava, ha preferito avvalersi della facoltà di non rispondere alle domande del giudice che, accogliendo la richiesta del pubblico ministero Davide Romanelli, ha disposto nei suoi confronti la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla presunta vittima. Era da poco passata la mezzanotte quando i vicini hanno udito le urla della donna. Grida e trambusto a cui erano abituati visto che secondo le prime ricostruzioni da tempo la coppia mandava in scena spesso violentissime litigate, per lo più accese dal consumo eccessivo di alcolici da parte di lui.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Non sono io ad essere sempre ubriaco - ha raccontato al suo legale Trovato, difendendosi così dalle accuse della compagna - capita che a volte tutti e due alziamo un po' troppo il gomito e per quello le discussioni finiscono per degenerare». All'arrivo dei carabinieri il 50enne ha opposto resistenza fisica ai militari che volevano entrare nella casa per verificare la situazione. Trovato è stato arrestato per maltrattamenti familiari e resistenza a pubblico ufficiale e subito tradotto nel carcere di Santa Bona, da cui è uscito nel pomeriggio di oggi, martedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

  • Covid nelle scuole della Marca: 8 classi in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento