Maltempo nel Trevigiano, crolla anche la copertura di un distributore

Sono state una cinquantina le richieste di aiuto al 115 in appena tra ore. Strade allagate, piante e pali della luce sradicati a causa della pioggia e della grandine

Foto di archivio

Nottata infernale nella fascia tra Treviso, Quinto, San Biagio di Callalta e Motta di Livenza, a causa del maltempo che si è abbattuto sulla Marca portando pioggia, grandine, forte vento e danni.

Tra le 23 di martedì e le 2 di mercoledì sono stati una quindicina gli interventi portati a termine dai vigili del fuoco, su una cinquantina di richieste di aiuto ricevute.

A Treviso i quartieri più colpiti sono stati, ancora una volta, La Ghirada e Sant'Angelo, dove si sono allagati le strade e il sottopasso, bloccando alcune auto, e sono stati sradicati alberi e pali elettrici e delle linee telefoniche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La grandinata che ha investito Motta di Livenza ha provocato infiltrazioni al tetto di un capannone in via Dalmazia, mentre a San Biagio dalla copertura di un distributore di carburante si sono staccati pannelli che hanno investito le pompe di erogazione, fortunatamente senza ulteriori conseguenze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Travolta sulle strisce pedonali, anziana ricoverata in rianimazione

  • Legato e cosparso di benzina, folle lite in casa: indagano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento