Cronaca

Documenti fasulli per sposarsi: la polizia annulla il matrimonio

Un nigeriano e una slovacca protagonisti di un matrimonio fasullo, combinato solo per ottenere l'asilo politico. La polizia smaschera tutto

QUINTO DI TREVISO- Il municipio era stato preparato a festa, gli invitati erano arrivati in gran numero e tutto sembrava pronto per poter dare inizio alla cerimonia. Qualcosa però è andato storto e la polizia ha dovuto bloccare un matrimonio fra una slovacca di 26 anni e un uomo nigeriano di 35.

Secondo quanto riportato dalla stampa locale, la promessa sposa aveva presentato un'autocertificazione in cui dichiarava, con tanto di contratto di lavoro alla mano, di fare la collaboratrice domestica a Vittorio Veneto in casa di un anziano. La polizia Locale di Quinto di Treviso, analizzati i documenti, ha fiutato qualcosa di strano e ha chiesto aiuto alla Questura. Fatti i dovuti accertamenti, si è scoperto che il contratto di lavoro era finto e che l'anziano, che non abita più a Vittorio Veneto da 11 anni, non solo si è trasferito a Conegliano ma non ha nemmeno mai conosciuto la donna.

Così i poliziotti hanno tentato di contattare i futuri sposi nei rispettivi domicili, scoprendo che entrambi avevano fornito indirizzi non corrispondenti alla loro effettiva dimora. Non è rimasto altro da fare che fermarli il giorno delle nozze in Comune a Quinto di Treviso, dove il vicesindaco stava celebrando il matrimonio. Portati in questura, lei è stata denunciata per falso e per la violazione normativa sulle autocertificazione ed è stato disposto l'allontanamento volontario entro 30 giorni dall'Italia. Lui, che ha ammesso che quelle nozze erano fittizie, ha invece chiesto l'asilo politico evitando per il momento l'espulsione: sarà ora la commissione di Verona a giudicare se sia o meno idoneo a ottenere la protezione internazionale. Una trovata truffaldina che stava quasi per funzionare. Il tempismo delle forze dell'ordine però ha stroncato sul nascere i sogni criminosi dei due promessi sposi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Documenti fasulli per sposarsi: la polizia annulla il matrimonio

TrevisoToday è in caricamento