Cronaca

Messa per fermare "l'invasione musulmana", il parroco dice no

Errore nella stampa del bollettino parrocchiale a Codognè. Un fedele aveva chiesto una celebrazione apposita per implorare la Vergine

La parrocchia di Codognè

CODOGNE’ Una messa per implorare la Vergine di bloccare “l’invasione musulmana” in Italia. È quello che ha chiesto un fedele e che, per errore, sarebbe stato riportato sul foglietto parrocchiale. Una proposta subito respinta dal parroco di Codognè, dove sono avvenuti i fatti. Ad accorgersene per primi sono stati i fedeli, leggendo il bollettino settimanale della parrocchia, come racconta il Gazzettino.

“La lista delle intenzioni è compilata da un gruppo di ragazzi volontari che trascrivono meccanicamente le diciture trovate nei foglietti dentro le buste, in un file che poi viene stampato – ha detto il parroco, don Michele, al quotidiano -. Evidentemente, nella loro ingenuità, non si sono preoccupati di chiedermi chiarimenti e io non ho controllato. Lo avessi fatto, quell'espressione non sarebbe mai stata pubblicata".

L’anonimo che aveva richiesto la celebrazione di una messa per fermare “l’invasione musulmana”, aveva presentato la “proposta” attraverso una lettera in busta, all’interno della quale c’era anche una donazione di dieci euro. Immediata la risposta di don Michele, che ha subito precisato che si tratta di un errore di stampa e che la celebrazione non avrà luogo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messa per fermare "l'invasione musulmana", il parroco dice no

TrevisoToday è in caricamento