Cronaca

Tragico incidente, morto il ciclista Michele Scarponi: era stato scoperto dalla Zalf

Lutto nel mondo dello sport italiano alla notizia della morte dell'atleta marchigiano. Si stava allenando per il Giro d'Italia nella sua Filottrano. Lascia la moglie, Anna Tommasi, coneglianese, e due gemellini

ANCONA Lutto nel mondo del ciclismo. Questa mattina è morto il ciclista filottranese Michele Scarponi, vittima di un frontale con un mezzo pesante lungo via dell'Industria a Filottrano. Lo sportivo si stava allenando con la sua bicicletta quando, per dinamiche ancora al vaglio degli inquirenti, è stato centrato dal tir. Aveva 37 anni ed era soprannominato l'Aquila di Filottrano. Professionista dal 2002 aveva vinto il Giro d'Italia 2011 dopo la squalifica per doping di Alberto Contador. L'atleta si stava allenando nella sua Filottrano per affrontare il prossimo Giro d'Italia 2017. Lascia la moglie, Anna Tommasi, coneglianese e conosciuta mentre militava nella Site di Tezze di Vazzola, e due gemellini.

I primi passi con la Zalf Desirèe Fior di Castelfranco (da Wikipedia). Ricevette la prima bicicletta (una Bianchi) come regalo dai genitori per la Prima Comunione. Fu così iscritto, all'età di otto anni, alla squadra principale della sua zona natale, la Pieralisi di Jesi. Dopo un periodo con scarse soddisfazioni, ottenne il più importante successo da non professionista nel 1997, a 17 anni: il campionato italiano Juniores, dove batté gli avversari sull'ascesa del Castello di Caneva. Questa vittoria gli aprì le porte della nazionale azzurra: nello stesso anno venne infatti convocato per la prova di categoria del campionato del mondo su strada di San Sebastián, lottò per la vittoria ma venne rallentato da una foratura nella fase decisiva della gara. L'anno successivo passò tra i dilettanti, vestendo per tre anni la maglia della squadra veneta Zalf-Désirée-Fior e per uno la maglia della Site-Frezza-Safi-Mattiuzzo, con cui ottenne vittorie sia in campo nazionale sia internazionale. Nel 2001 fu convocato per la gara a cronometro del campionato del mondo su strada di Lisbona, gara in cui si classificò ottavo, primo tra gli italiani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragico incidente, morto il ciclista Michele Scarponi: era stato scoperto dalla Zalf

TrevisoToday è in caricamento