rotate-mobile
Cronaca Centro / Viale Guglielmo Oberdan

Free climbing sulle mura, studenti pizzicati "in manca" dai vigili

Avevano deciso di saltare scuola e andare in giro per la città. Ma i loro esercizi di arrampicata sulle mura di Treviso ha attirato l'attenzione di una pattuglia della Polizia locale

Vita dura per gli studenti trevigiani: marinare la scuola non è mai stato così difficile. Ne sanno qualcosa gli studenti pizzicati stamattina dagli agenti della Polizia locale di Treviso, mentre si davano al free climbing sulla mura.

Poco prima delle 11 due agenti del Comando stavano percorrendo la circonvallazione in motocicletta quando, all'altezza di Porta Santi Quaranta, la loro attenzione è stata inevitabilmente catturata da un gruppo di ragazzini pericolosamente arrampicati sulla cinta muraria.

Nel vedere gli agenti avvicinarsi, gli studenti, tutti minorenni, si sono affrettati a risalire in piano. Ma non sono scampati al controllo. Ai vigili i ragazzini hanno spiegato di essere in gita scolastica, racconto che non ha convinto molto gli agenti.

E infatti, dopo un veloce giro di telefonate, è spuntata fuori la verità. I ragazzini erano tutti studenti, di diversi istituti di Treviso, "in manca". Vista la bella giornata primaverile, il gruppetto aveva deciso di saltare le lezioni e optare per qualche ora di svago.

L'incontro con i vigili, però, ha rovinato i loro piani. Gli agenti, oltre a contattare i presidi delle rispettive scuole, hanno informato anche i genitori degli studenti indisciplinati, che ora dovranno fare i conti con mamma e papà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Free climbing sulle mura, studenti pizzicati "in manca" dai vigili

TrevisoToday è in caricamento