rotate-mobile
Cronaca Ormelle

Miss Italia 2012: Chantal Nardin eliminata alla prima serata

Chantal Nardin, in gara a Montecatini Terme con la fascia di Miss Veneto, non è tra le dodici finaliste che si scontreranno lunedì. Ma può sperare nel ripescaggio da parte del pubblico a casa

Eliminata dal concorso Chantal Nardin, la studentessa di Ormelle in gara a Miss Italia con la fascia di Miss Veneto 2012.

La 18enne trevigiana, passata di diritto alla finale del concorso di bellezza con il numero 06, è stata scartata dalla giuria guidata dalla corregionale Federica Pellegrini e composta da Anna Tatangelo, Natasha Stefanenko, Federico Moccia, Caterina Balivo, gli attori Margareth Madè e Maurizio Casagrande, la giornalista Candida Morvillo, lo stilista Stefano Dominella, il fotografo Fabio Lovino.

La bella studentessa di design dell'immobile e campionessa di pattinaggio, però, può contare nel ripescaggio da parte del pubblico da casa, che votando tremite web potrebbe rimetterla in gara.

Il Veneto, comunque, ha ancora una propria rappresentante alla finalissima di lunedì sera: Angela Robusti (97), Miss Curve Morbide Veneto. Le altre miss in corsa per il titolo di più bella d'Italia sono: Silvia Bella (14), Miss Lazio; Ludovica Frasca (15), Miss Campania; Alessandra Monno (17), Miss Puglia; Giulia Giarletta (19), Miss Basilicata; Chiara Carlini (27), Miss Cinema Planter's Lazio; Gloria Radulescu (36), Miss Eleganza Silvian Heachp; Giulia Matilde Biagini (38), Miss Wella professional Friuli Venezia Giulia; Raffaella Di Caprio (42), Miss Wella professional Campania; Giusy Buscemi (45), Miss Wella professional Sicilia; Chiara Salvo (52), Miss Deborah Sicilia; Lucrezia Massari (63), Miss Miluna Toscana.

Le tre ripescate grazie al televoto di ieri sera sono: Cecilia Anfossi (7), Miss Liguria; Romina Pierdomenico (13), Miss Abruzzo. E Alessandra Del Castello (33), Miss Eleganza Silvians Hachp Abruzzo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miss Italia 2012: Chantal Nardin eliminata alla prima serata

TrevisoToday è in caricamento