menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mobil Record in affitto alla Sprint Form, salvi 115 posti di lavoro

Intesa dell'azienda con le organizzazioni sindacali. Esce quindi di scena la famiglia Tonus ed entra in campo la Sprint Form

FONTANELLE Dopo una ferrata trattativa, Francesco Orrù della Filca Cisl Bl Tv e Cristian dalla Pozza della Fillea Cgil Treviso hanno raggiunto un’intesa con la Sprint Form,  azienda che prenderà in affitto la Mobil Record di Fontanelle, da tempo al centro di una lunga vertenza, ottenendo la salvaguardia dei 115 lavoratori coinvolti e la ripresa delle attività produttive.

“E’ con grande soddisfazione che dopo una lunga trattativa abbiamo raggiunto l’obiettivo di salvaguardare il posto di lavoro dei 115 dipendenti della Mobil Record e prevedere la ripresa dell’attività in breve tempo. –dichiara Francesco Orrù Segretario Generale Filca Cisl Belluno Treviso –  Questa mattina in assemblea abbiamo discusso e presentato la proposta ai lavoratori che si sono dimostrati fiduciosi e soddisfatti e ora stanno sottoscrivendo il verbale di accordo. Pensiamo sia davvero un caso più unico che raro nel nostro comparto essere riusciti, in un caso di azienda in liquidazione, a salvare tutti i posti di lavoro.”

Nella serata di martedì l’incontro delle organizzazioni sindacali, alla presenza della rappresentanza degli industriali, con Ado Rebuli, amministratore delegato di Mobil Record, azienda in liquidazione e i rappresentanti della nuova società, Sprint Form. “Con nostra grande sorpresa si è presentato all’incontro Giuseppe Caruso,  Presidente di Mondo Camerette di Caserta, il quale ha dichiarato di essere subentrato come socio di maggioranza nella neo costituita Sprint Form. Caruso ha confermato – prosegue Orru’ – di essere intenzionato a rilevare Mobil Record. Esce quindi di scena la famiglia Tonus, e ci troviamo a trattare con una realtà societaria del tutto nuova, con Giuseppe Caruso amministratore unico. Appresa la notizia abbiamo subito sottolineato che di fronte alla nuova situazione decadevano tutti gli accordi sottoscritti e abbiamo chiesto, in base all’art. 2112 del Codice Civile, il passaggio di tutti i lavoratori nella nuova società, richiesta che abbiamo ottenuto, al termine della lunga trattativa.”

“Nel continuare a vigilare sul buon esito dell’accordo sottoscritto, ora valuteremo se tutti i dipendenti potranno riprendere l’attività lavorativa da subito o se sarà necessario attivare un periodo di ammortizzatori sociali – conclude Francesco Orrù – I tempi sono comunque molto brevi, già dalla prossima settimana riprenderà la produzione e questo ci rende molto fiduciosi e soddisfatti della svolta positiva.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento