rotate-mobile
Cronaca

Modello tedesco alla Scuola di Formazione Professionale ENAC delle Canossiane

La scuola inizierà un nuovo percorso ad indirizzo grafico con la sperimentazione “Sistema duale” che prevede l’affiancamento delle lezioni in classe con l’esperienza diretta in azienda

TREVISO Approda alla S.F.P ENAC dell’Istituto Canossiano di Treviso il modello di formazione tedesco. A partire dal prossimo anno scolastico la Scuola di Formazione Professionale delle Canossiane di Treviso inizierà un nuovo percorso ad indirizzo grafico con la sperimentazione “Sistema duale” che prevede l’affiancamento delle lezioni in classe con l’esperienza diretta in azienda.

Da settembre 2018 vi sarà perciò una nuova classe prima di “Operatore grafico” in cui i ragazzi svolgono una parte dell’anno in “simulazione di impresa”, mentre nelle classi successive le lezioni a scuola si affiancano all’esperienza in azienda mediante contratti di apprendistato o alternanza scuola-lavoro. Le classi del triennio duale sono a frequenza gratuita, in quanto il corso è approvato e finanziato dalla Regione Veneto. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha finanziato questi progetti per lo sviluppo e il rafforzamento del sistema duale nell’ambito dell’Istruzione e Formazione professionale.

“È un percorso che abbiamo fortemente voluto - dice il Direttore della S.F.P. Andrea Michielan - crediamo in questo progetto perché pensiamo che questo modello possa motivare gli allievi nello studio e nello stesso tempo agevolare il loro futuro ingresso nel mondo del lavoro”. Questa sperimentazione è attuata con successo in diversi Paesi del Nord Europa ma è arrivata in Italia solo negli ultimi anni, con l’obiettivo di ridurre la dispersione scolastica e la disoccupazione giovanile.

La S.F.P. ENAC dell’Istituto Canossiano di Treviso ha conquistato il secondo posto tra gli enti nella graduatoria regionale per i finanziamenti al triennio duale, “è il frutto di un lavoro costante, afferma Michielan, che ha visto una riorganizzazione del nostro organico al fine di costruire un dialogo duraturo e costante fra scuola e aziende. Ciò che ci interessa è offrire agli allievi un nuovo modello formativo, che superi finalmente la distanza tra scuola e lavoro. Ricordiamoci che le invenzioni e i capolavori rinascimentali che tutto il mondo ci invidia sono nati proprio nelle botteghe artigiane, dove il sapere si tramandava nel lavoro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modello tedesco alla Scuola di Formazione Professionale ENAC delle Canossiane

TrevisoToday è in caricamento