rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Cronaca Resana

Elicottero disperso durante un volo sull'Appennino, ripartite all'alba le ricerche del velivolo

Il mezzo è decollato giovedì mattina da Tassignano, in provincia di Lucca, ed era diretto alla Roto-Cart di Resana: durante il volo un forte temporale potrebbe aver causato un'avaria. Si cerca in montagna, al confine fra Modena e la Toscana. A bordo si trovavano sette persone, tra cui il pilota padovano Corrado Levorin, quattro cittadini turchi e due libanesi

Sono riprese questa mattina, 10 giugno, intorno alle ore 6.30, le ricerche del velivolo scomparso nella giornata di ieri. Si tratta di un elicottero civile con a bordo sette persone, decollato dalla provincia di Lucca e diretto nel trevigiano, alla Rotocart di Resana. Subito dopo l'allarme, scattato nel pomeriggio di giovedì 9 giugno, diverse squadre territoriali del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico si sono dirette verso il campo base delle , organizzato a Pievepelago (Mo). Purtroppo le ricerche, che già nella giornata di ieri hanno potuto contare su sorvoli ricognitivi di elicotteri dell'Aeronautica Militare, Elisoccorso 118, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco, hanno dato esito negativo. I militari dell'Aeronautica, in collaborazione con il Soccorso Alpino, hanno protratto le ricerche fino alla scorsa mezzanotte inoltrata. Questa mattina, sono riprese le operazioni, con campo base sempre nel capoluogo dell'Appennino modenese: il Soccorso Alpino è presente con diverse squadre territoriali, alcune delle quali saranno imbarcate su velivoli dell'Aeronautica, che coordina le operazioni,  per la ricerca dall'alto.

L'elicottero Agusta/Westland (immatricolato all'Avio di Thiene) è decollato dall'aeroporto di Tassignano, in provincia di Lucca, intorno alle ore 9.30 di giovedì mattina. Il velivolo si sarebbe diretto verso l'Alto Appennino, ma non si hanno più sue tracce da ormai molte ore. Quella di ieri era la terza e ultima giornata di visite avviate all'azienda trevigiana dove si stavano alternando, a piccoli gruppi, una quarantina di big player stranieri dell’industria internazionale, invitati dal colosso Elettric80 SpA, leader mondiale nella logistica aziendale automatizzata e integrata con sede a Viano-Reggio Emilia, che ha organizzato la non stop di voli in elicottero tra la Toscana e il piazzale della Roto-Cart. Una dozzina tra atterraggi e decolli in tutto che si sono interrotti dalla mattinata di oggi.

Le ricerche si sono concentrate nell'area del Frignano, fino al confine con la Toscana, dove si è avuta l'ultima traccia tangibile del velivolo. L'area è sorvolata in questo momento anche da un elicottero dell'Aeronautica Militare e da uno dei Vigili del Fuoco, che si stanno concentrando nelle aree a nord e a sud dell'abitato di Pievepelago. A bordo si troverebbero sette persone, il pilota padovano Corrado Levorin, quattro cittadini turchi e due libanesi che sono stati imbarcati proprio in mattinata a Tassignano. Il velivolo non avrebbe fornito il piano di volo prima del decollo da Lucca a Resana, complicando non poco le operazioni di ricerca.

Ore di attesa a Polverara per la sorte di Corrado

A Polverara la famiglia di Corrado Levorin, l'elicotterista di 32 anni di cui si sono perse le tracce in un volo che da Lucca doveva concludersi a Resana nel Trevigiano è molto conosciuta e apprezzata. Tra i primi ad apprendere dell'emergenza in volo è stato il sindaco del paese, Alice Bulgarello. «Non può essere vero - ha detto - Corrado è un pilota esperto. E' impossiile che sia accaduto qualcosa di grave». La notizia ha fatto ben presto il giro del piccolo territorio padovano. Bulgarello ha proseguito: «Ho avuto modo di conoscere Corrado sin da quando era giovanissimo ed ero la sua animatrice in parrocchia, poi crescendo le strade ti portano in percorsi diversi, ma l'affetto resta negli anni immutato. Ho parlato con il suo papà da poco. Il momento è delicato, ma fino all'ultimo tutta la nostra comunità confida nel miracolo. Non ci resta che pregare e sperare di ritrovarlo al più presto. Corrado è un bravissimo ragazzo, un professionista, un meticoloso, ore di volo accumulate, non voglio neppure pensare che gli sia capitato qualcosa di irreparabile». Per il momento la famiglia è trincerata in casa incollata al telefono in attesa di notizie. E' naturale che in questi casi ogni piccolo dettaglio può fare la differenza. Ecco perchè occorre cautela e soprattutto pregare.

WhatsApp Image 2022-06-10 at 09.43.33-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elicottero disperso durante un volo sull'Appennino, ripartite all'alba le ricerche del velivolo

TrevisoToday è in caricamento