Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mogliano: «L'aggressore ha usato un coltello da cucina, sferrati 20 colpi»

Il Comandante dei carabinieri di Treviso, Ermanno Magistris: «L'ipotesi principale resta la rapina ma non escludiamo nessun'altra pista. Il 17enne non aveva assunto né droga né alcol»

 

«Stiamo vagliando qualsiasi circostanza ed elemento». Il Comandante dei carabinieri di Treviso, Ermanno Magistris, commenta con queste parole le indagini in corso sull'accoltellamento avvenuto lunedì sera, 22 marzo, in via Marignana a Mogliano Veneto.

Secondo quanto affermato dal Comandante, il 16enne che ha aggredito la studentessa Marta Novello, avrebbe «utilizzato un coltello da cucina sferrando circa venti fendenti su più parti del corpo contro la ragazza. L'aggressore non è riuscito a rubare nulla alla 26enne. L'ipotesi principale resta, per ora quella della rapina. Non risulta che il giovane fosse in cura per qualche disagio psichico e, al momento dell'arresto, non è risultato aver assunto alcol o droghe. Al momento si trova rinchiuso nel carcere minorile di Santa Bona» conclude Magistris. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento