rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca Mogliano Veneto

Aggressione a Marta Novello, la Corte d'Appello riduce la condanna

Cinque anni e non più sei anni e otto mesi: questo l'esito del processo di secondo grado per il 15enne che, il 22 marzo del 2021, accoltellò la studentessa 26enne nel corso di una tentata rapina

E' stata ridotta da 6 anni e 8 mesi a 5 anni di reclusione la condanna al giovane 15enne che la sera dello scorso 22 marzo aggredì Marta Novello, la studentessa di 26 anni di Mogliano, infliggendole 23 coltellate mentre stava facendo jogging lungo via Marignana. Questa la sentenza arrivata oggi, 1 aprile, dalla Corte d'Appello che, in attesa di conoscere la motivazioni, sembra aver accolto le argomentazioni del difensore, l'avvocato Matteo Scussat, che aveva chiesto che il ragazzo fosse messo nelle condizioni di avviare un percorso di cura e riabilitazione sociale. Al 15enne, in primo grado di fronte al Tribunale dei Minori, era stata riconosciuta una parziale incapacità.

Marta Novello era stata aggredita mentre stava facendo jogging nei pressi dell’agriturismo Al Vecio Muraro. Il ragazzo sarebbe uscito di casa con l'intento di compiere una rapina, poi avrebbe raggiunto la giovane in bicicletta, trascinandola in un fossato ai lati della strada. Tra i due sarebbe quindi nata una colluttazione durante la quale la giovane è stata colpita con una ventina di fendenti.  Dopo un primo intervento chirurgico ai polmoni lacerati, Marta ne ha subito un secondo per recuperare un tendine della mano, lesionato da uno dei fendenti ricevuti.

Il 15enne era stato dichiarato capace di intendere e volere dallo psichiatra forense bolognese Giovanni Battista Camerini, che gli aveva riscontrato al più qualche problema di tipo psichiatrico e una forte immaturità. Poi era arrivato il riconoscimento del vizio parziale e la sentenza di primo grado. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione a Marta Novello, la Corte d'Appello riduce la condanna

TrevisoToday è in caricamento