rotate-mobile
Cronaca Mogliano Veneto

Spaccio di mdma e marijuana: in cella un pizzaiolo e un broker

Arrestati dalla squadra mobile un 22enne di Scorzè ed un 24enne di Preganziol. Utilizzavano un appartemento di Mogliano come deposito per la droga. Fatale il controllo di una volante della polizia in via Roma a Treviso

MOGLIANO VENETO Erano due insospettabili, senza nessun precedente con la giustizia e con due lavori stabili che nascondevano la loro principale occupazione: lo spaccio della marijuana e di mdma a giovani e giovanissimi studenti trevigiani e veneziani. Al termine di un'indagine-lampo la squadra mobile della Questura di Treviso ha arrestato un 22enne di Scorzè, B.A., pizzaiolo presso un negozio di pizza da asporto, e B.N.U., 24 anni, di Preganziol, promotore finanziario. I due giovani, secondo quanto accertato dagli investigatori, nascondevano le sostanze da mettere sul mercato in due stanza di un appartamento di Mogliano che avevano appositamente affittato e che usavano come deposito. Nell'abitazione vivevano stabilmente tre altri giovani. Durante la perquisizione della squadra mobile sono spuntati quasi 4 kg di marijuana di vario tipo, nascosti in una valigia (valore 40mila euro circa), 425 grammi di mdma (valore di 80mila euro) e tre etti di hashish oltre a 3500 euro in contanti.

L'indagine della sezione narcotici della squadra mobile è partita da un controllo svolto da una pattuglia delle volanti: gli agenti, impegnati a pattugliare via Roma a Treviso, hanno fermato alcuni giorni fa un 21enne ed un 18enne. In tasca i due studenti avevano circa 20 grammi di sostanza. Gli accertamenti degli investigatori hanno portato all'identificazione di un terzo spacciatore, anche lui 18enne, pizzicato in possesso di 50 grammi di sostanza.

Mdma

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di mdma e marijuana: in cella un pizzaiolo e un broker

TrevisoToday è in caricamento