Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Travolto e ucciso in autostrada, la Procura ordina l'autopsia

Per il pubblio ministero Gabriella Cama la dinamica non sarebbe chiara: ad eseguire l'esame sarà l'anatomopatologo Alberto Furlanetto. Il 38enne di Dolo che ha investito Gino Gaion, imprenditore 79enne di Mogliano Veneto, è indagato per omicidio stradale

Gino Gaion

Il pubblico ministero della Procura di Treviso, Gabriella Cama, ha disposto venga eseguita l'autopsia sul corpo di Gino Gaion, l'imprenditore moglianese di 79 anni, travolto e ucciso nel pomeriggio di mercoledì, sull'autostrada A27, da un'auto in transito: l'anziano era sceso per recuperare delle tavole di legno che aveva caricato sul tettuccio della sua auto e aveva perso durante il percorso. Il magistrato ha ordinato l'esecuzione dell'esame (sarà effettuato lunedì prossimo dall'anatomopatologo Alberto Furlanetto) ritenendo "poco chiara" la dinamica dell'incidente e fugare così ogni dubbio residuo. Il 38enne di Dolo, E.D., che ha investito Gino Gaion con la sua Peugeot 3008, risulta formalmente indagato per il reato di omicidio stradale.

L'incidente era avvenuto, come detto, lungo l'autostrada A27, sulla direttrice per Belluno, poco prima del casello di Treviso Nord, nel territorio comunale di Carbonera. Gino Gaion, era stato infatti costretto a scendere dal suo mezzo, una Renault Espace, dopo aver perso del carico, dei pannelli di legno che stava trasportando. Dopo aver accostato sulla corsia d'emergenza è stato travolto e ucciso. Sul posto sono intervenuti infermieri e medici del Suem 118 che non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo, morto praticamente sul colpo. Per i rilievi di legge è giunta una pattuglia della polizia stradale della A27.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolto e ucciso in autostrada, la Procura ordina l'autopsia

TrevisoToday è in caricamento