Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Vendevano droga a minorenni, due pusher finiscono alla sbarra

Teingol Serati, nigeriano di 28 anni e Yaya Gano, 21enne senegalese, avevano trasformato il Centro di accoglienza per migranti Codess di Via Altinia a Mogliano Veneto in un crocevia della vendita di marijuana

Due immigrati del Centro Codess di Mogliano nei guai per spaccio di marijunana

Avevano trasformato il Centro di accoglienza per migranti Codess di Via Altinia a Mogliano Veneto in un crocevia della vendita di marijuna con un florido mercato composto da minorenni. Per questo due immigrati africani sono nei guai con l'accusa di spaccio di stupefacenti. Oggi, martedì 28 ottobre, si sarebbe dovuto tenere l'udienza preliminare ma uno degli indagati risulta latitante, per cui si è semplicemente assistito ad un rinvio.

Teingol Serati, nigeriano di 28 anni (detenuto resso il carcere di Padova) e Yaya Gano, 21enne senegalese (la persona che risulta irreperibile) erano ospiti della struttura di ricovero gestita dalla cooperativa Codess. Tra l'aprile del 2016 e il febbraio del 2018 sono accusati di aver ceduto, in almeno 14 occasioni, dosi di droga ad altrettanti minorenni del circondario. Secondo le indagini era il senegalese ad occuparsi della "distribuzione" mentre il nigeriano avrebbe mantenuto i rifornimenti. Le indagini, scattate a gennaio del 2018, hanno portato al ritrovamento, nella stanza di Teingol Serati all'interno del centro, di varie dosi già tagliate e pronte ad essere commercializzate, tenute nascoste dentro ad un trolley. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendevano droga a minorenni, due pusher finiscono alla sbarra

TrevisoToday è in caricamento