menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spacciava marijuana anche ai minorenni, richiedente asilo in carcere

A finire in cella un nigeriano di 26 anni che nel febbraio scorso venne sorpreso con 250 grammi di droga nel centro di accoglienza di Bonisiolo. Sconcertante l'esito delle indagini dei carabinieri di Mogliano

MOGLIANO VENETO Martedì pomeriggio i carabinieri di Mogliano Veneto hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del cittadino nigeriano S.T., 26 enne, senza fissa dimora, pregiudicato, per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane era già stato arrestato nel febbraio scorso poiché all’interno della sua stanza nella struttura di accoglienza di Bonisiolo era stato trovato in possesso di 250 grammi di marijuana che deteneva con un cittadino senegalese. Le indagini hanno permesso di accertare che il 26enne, nel periodo tra marzo 2017 ed il febbraio 2018, ha ceduto in numerose occasioni sostanze stupefacenti a giovani locali, tra i quali alcuni minorenni. Per questo motivo a suo carico è stata richiesto dalla Procura un provvedimento restrittivo che il gip del tribunale di Treviso ha concesso e che i carabinieri di Mogliano Veneto hanno eseguito ieri mattina, martedì, a Padova dove il soggetto si era trasferito e dove era sottoposto all’obbligo di firma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento