Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Monastier di Treviso

Investito sulle strisce pedonali, la Procura dispone l'autopsia

Il pubblico ministero Francesca Torri ha deciso di svolgere l'esame post mortem sul corpo di Giannino Lorenzotto, l'84enne morto domenica 22 agosto tre giorni dopo essere stato investito nella centralissima via Roma a Monastier. Il magistrato ha inoltre aperto un fascicolo a carico dell'investitore, ipotizzando il reato di omicidio stradale

L'ospedale C' Foncello di Treviso

La Procura di Treviso ha disposto l'autopsia sul corpo di Giannino Lorenzotto, l'84enne residente a Monastier morto nella giornata di domenica 22 agosto dopo che, tre giorni prima, era stato investito da un fuoristrada mentre attraversava la strada nella centralissima via Roma a Monastier.

Il sostituto procuratore Francesca Torri, che ha aperto un fascicolo ipotizzando il reato di omicidio stradale nei confronti della persona, anche lui di Monastier, che era alla giuda del mezzo che ha centrato Lorenzetto, affiderà l'incarico di svolgere il post mortem al medico legale Alberto Furlanetto. L'esame dovrebbe essere eseguito già nella giornata di giovedì.

L'incidente era avvenuto in mattinata, intorno alle 8.30. Sul luogo della tragedia sono intervenuti immediatamente i soccorritori del Suem 118 e la Polizia Locale di Monastier e San Biagio. L'84enne  era stato subito ricoverato all'ospedale Ca' Foncello di Treviso in condizioni gravissime. Stando alle prime ricostruzioni pare  che l'anziano fosse intento ad attraversare la strada, lungo le strisce pedonali di Via Roma,  quando è stato scaraventato a terra. L'impatto, secondo quanto si è potuto stabilire nel corso dei rilievi, è avvenuto con tutta probabilità sul lato anteriore destro del mezzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investito sulle strisce pedonali, la Procura dispone l'autopsia

TrevisoToday è in caricamento