rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca Monastier di Treviso

Marijuana nascosta tra il latte in polvere per i figli: 29enne arrestato

Fatale ad un uomo originario del Burkina Faso, residente con la famiglia a Monastier, un controllo stradale delle volanti della polizia di Treviso. Scovato 1,2 kg di droga (in auto e a casa) grazie anche all'ausilio del cane antidroga Trixie

MONASTIER Sei panetti di marijuana, nascosti in un anfratto del cruscotto dell'auto, e altra sostanza, in vari involucri di cellophan, disseminati tra il garage e la cantina di casa, addirittura occultati tra le confezioni di latte in polvere per nutrire i figli piccoli. In tutto un kg e 150 grammi di droga: questo quanto sequestrato dalla polizia ad un cittadino 29enne del Burkina Faso, Z.S., disoccupato, con vari precedenti e residente con moglie e tre figli a Monastier. L'uomo si trova attualmente in carcere a Santa Bona, su disposizione del pubblico ministero Barbara Sabattini, e deve rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A coordinare l'operazione è stato il dirigente della squadra volante della Questura di Treviso, Massimo Olivotto.

Fatali allo straniero il fiuto investigativo di una pattuglia delle volanti della polizia e il fiuto, vero e proprio, del cane antidroga della polizia locale di Treviso, Trixie, che anche questa volta ha fornito il suo prezioso ausilio all'operazione. Il 29enne è stato fermato, poco dopo le 18.30 di giovedì, lungo la Postumia, al confine tra Treviso e Silea, mentre viaggiava al volante della sua Golf. Il burkinabe è apparso molto nervoso e il motivo, da una prima ispezione della sua auto, era molto chiaro: in un nascondiglio del cruscotto sono stati trovati sei involucri di marijuana. Perquisendo la sua abitazione è stata trovata, come detto, altra droga (il cui valore complessivo è di circa 20mila euro) pronta per essere spacciata. A scovarla, in garage e in cantina, è stato il cane anridroga Trixie. Sequestrati anche 600 euro, un bilancino di precisione e un paio di cellulari. Nel passato del 29enne c'erano già piccoli precedenti per droga, con una denuncia a suo carico dei carabinieri di San Biagio di Callalta, e per rissa, lesioni per episodi risalenti ad alcuni anni fa, quando l'africano viveva a Spilinbergo.

IMG_4956-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marijuana nascosta tra il latte in polvere per i figli: 29enne arrestato

TrevisoToday è in caricamento