rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Cronaca

Valanga sul monte Cristallo, grave scialpinista francese

Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia: «Un plauso all’importante operazione di salvataggio di questi angeli della montagna, che garantiscono il presidio della montagna, proteggendo l'utenza turistica e chi abita nelle terre alte»

Sono gravi le condizioni di uno scialpinista francese, coinvolto da una valanga mentre con una comitiva di connazionali stava scendendo dal Cristallo. Due dei nove sciatori, non appena sono entrati nel canale di Val Pra Del Vecia, a circa 2mila metri di quota, sono stati travolti dal distacco: uno ha perso gli sci ed è riuscito a rimanere fuori, l'altro, un 35enne, è stato trascinato per oltre 500 metri. Scattato l'allarme verso le 15.10, sul posto si sono portati l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, che ha sbarcato equipe sanitaria, unità cinofila e tecnico di elisoccorso e personale del Soccorso alpino di Cortina e della Guardia di finanza con un'altra unità cinofila. I soccorritori hanno raggiunto l'uomo che era stato estratto dalla neve dai compagni e sono a loro subentrati nelle manovre di rianimazione. Lo sciatore è stato poi recuperato dall'elicottero di Trento emergenza e trasportato all'ospedale. Per il timore di ulteriori distacchi, tutti i soccorritori e i compagni dello scialpinista sono stati imbarcati dall'elicottero dell'Air service center e portati a valle.

«Una squadra impegnata e vincente che, unita, salva le persone. Parlo del Soccorso Alpino del Veneto che, insieme all’unità cinofila, ai piloti, al personale medico sanitario e tecnico dell’elisoccorso dell’Ulss 1 di Belluno oggi ha soccorso una persona che era stata travolta da una valanga sul Monte Cristallo, a circa 2000 metri di quota. Un plauso all’importante operazione di salvataggio di questi angeli della montagna, che garantiscono il presidio della montagna, proteggendo l'utenza turistica e chi abita nelle terre alte. Un grazie alla rete di elisoccorso che abbiamo in Veneto e al presidio costante che ci garantisce risultati importanti come quello odierno. Salvare una vita non ha prezzo». Sono le parole con cui il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, si complimenta per l’operazione di soccorso effettuata oggi sulle Dolomiti venete.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valanga sul monte Cristallo, grave scialpinista francese

TrevisoToday è in caricamento