rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca Montebelluna

«Vi sono vicino»: il presidente Mattarella telefona ai genitori di Mattia Battistetti

L'operaio 23enne ha perso la vita lo scorso 29 aprile in un cantiere edile della ditta Bordignon a Montebelluna. Lo scorso 6 settembre il Capo dello Stato ha voluto far sentire la sua vicinanza ai genitori del ragazzo

«Vi sono vicino». Una telefonata molto emozionante quella ricevuta lo scorso 6 settembre dalla famiglia di Mattia Battistetti, l'operaio che lo scorso 29 aprile perse le vita in un cantiere edile mentre si trovava al lavoro in un cantiere della ditta edile Bordignon. Un carico si sganciò da una gru e lo travolse, uccidendolo sul colpo. Dall'altro capo del telefono c'era il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha voluto far sentire la sua presenza e vicinanza ad un dolore che il passare dei mesi non ha affievolito. Al capo dello Stato i genitori si erano appellati, raccontando il dramma che stavano continuando a vivere; Mattarella ha voluto rivolgersi direttamente alla madre, al padre e alla sorella di Mattia, con questa chiamata. Durante il colloquio il presidente si è detto sconcertato, augurandosi sia fatta giustizia e ricordando che la sicurezza nel posto di lavoro deve essere la prima garanzia che un datore di lavoro deve assicurare ai suoi dipendenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Vi sono vicino»: il presidente Mattarella telefona ai genitori di Mattia Battistetti

TrevisoToday è in caricamento