menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Seconda condanna per violenza sessuale nei confronti di un medico della Usl

Seconda condanna per violenza sessuale nei confronti di un medico della Usl

Violenza sessuale durante la visita, ginecologo condannato

Due anni e 6 mesi di reclusione per Francesco Accolla, che avrebbe stimolato e manipolato una giovane paziente all'ospedale di Montebelluna

Stimolazioni e manipolazioni per provocarle un orgasmo, ma in un rapporto non voluto. Per è stato condannato il ginecologo dell'Usl 2 Francesco Accolla, a processo per violenza sessuale. Il procedimento, che si è svolto in abbreviato, si è concluso con una sentenza a due anni e mezzo di reclusione.

L'episodio si sarebbe verificato all'incirca un anno fa all'ospedale di Montebelluna, dove la giovane che ha portato in Tribunale il professionista si era recata per una visita. Un normale appuntamento, per la donna, la seconda volta che si recava da uno specialista. La visita, però, si sarebbe spinta ben oltre quelle che sono le normali attività medico sanitarie per verificare lo stato di salute della ragazza. Il medico, infatti, l'avrebbe stimolata manualmente per provocarle un orgasmo, anche utilizzando la bocca.

Per Accolla si tratta della seconda condanna nel giro di un breve arco di tempo. A inizio mese lo specialista finito sotto i riflettori, è stato giudicato colpevole, ancora un volta in rito abbreviato,  per una manovra durante una visita ginecologica al "San Giacomo" di Castelfranco andata, secondo l'accusa, oltre il lecito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Attualità

Malore fatale in piazza: addio al medico-pilota Csaba Gombos

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento