rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca Montebelluna

Dimesso dopo aver ricevuto un Tso, 20enne scompare nel nulla

Il giovane, residente nel montebellunese, era stato denunciato prima di Natale per maltrattamenti e lesioni nei confronti dei genitori e ricoverato in ospedale gravato da un trattamento sanitario obbligatorio. Avrebbe dovuto essere ospitato da parenti, dove però il ragazzo non è mai arrivato

Era atteso questa mattina davanti al gip per l'interrogatorio di garanzia ma il giovane, indagato per maltrattamenti e lesioni ai danni dei genitori, non si è presentato ed è svanito nel nulla. Questa è la vicenda di un 20enne del montebellunese, denunciato poco prima di Natale dalla madre e dal padre, a seguito dell'ennesimo episodio di violenza nei loro confronti. I maltrattamenti sarebbero andati avanti da qualche tempo ma, durante l'ultimo episodio, il ragazzo avrebbe anche messo le mani addosso ai genitori, che per calmarlo non hanno avuto altra scelta che chiamare i carabinieri.

Il giovane, a seguito dell'episodio, era stato sottoposto ad un trattamento sanitario obbligatorio e ricoverato in ospedale, dove è stato raggiunto da un misura interdittiva, che gli faceva divieto di avvicinamento alle parti offese. Nei giorni scorsi era stato dimesso e, non potendo fare ritorno a casa, aveva detto che avrebbe trovato ospitalità a casa di parenti. Dove non è però mai arrivato. Oggi, venerdì 7 gennaio, sarebbe dovuto comparire dananti al giudice per sostenere l'interrogatorio di garanzia, assistito dal proprio legale, l'avvocato Alessandro Romoli. Ma il 20enne non si è fatto vedere.

Ora l'autorità giudiziaria lo sta cercando, anche perché un secondo appuntamento con il gip è stato fissato per lunedì mattina. Soprattutto lo vogliono trovare perché è tanta la preoccupazione dei genitori, che temono per la sorte di un giovane particolarmente fragile sotto il profilo psicologico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimesso dopo aver ricevuto un Tso, 20enne scompare nel nulla

TrevisoToday è in caricamento