Montebelluna, padre e figlio pedinano pusher e lo fanno arrestare

Intraprendete padre-detective di Montebelluna, dopo alcune confidenze del figlio, ha aiutato i Carabinieri ad arrestare uno spacciatore

Padre e figlio minorenne di Montebelluna si sono calati nei panni dei detective e hanno pedinato un uomo sospettato di vendere droga, per poi segnalarlo ai Carabinieri.

L'indagine dei due è iniziata dopo che il padre ha raccolto alcune confidenze del figlio, che gli aveva raccontato di alcune compravendite di marijuana tra lo spacciatore e alcuni suoi compagni di scuola. L'intraprendete genitore si è quindi rivolto agli uomini dell'Arma, offrendosi di accompagnare un militare in borghese a pedinare il pusher.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo aver osservato i movimenti dello spacciatore, un africano di 36 anni, che si faceva chiamare "Il Nigeriano", i Carabinieri sono entrati in azione arrestandolo in flagranza di reato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento