menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale solidale a Montebelluna: consegnati i fondi raccolti durante l’ultima Festa di Sport

“Le associazioni sportive -spiega l’assessore allo sport, Elisa Gobbo- hanno scelto di devolvere i 2400 raccolti a scopo sociale a quattro diverse realtà in proporzione uguale"

MONTEBELLUNA Sono state consegnati questa mattina i fondi raccolti durante la 21ma edizione di Festa di Sport che si è tenuta a Montebelluna lo scorso 11 settembre. L’evento di quest’anno aveva infatti acquisito anche un’ulteriore connotazione solidale.

“Le associazioni sportive - spiega l’assessore allo sport, Elisa Gobbo - hanno scelto di devolvere i 2400 raccolti a scopo sociale a quattro diverse realtà in proporzione uguale: 600 euro al Comune di Montebelluna nel conto corrente dedicato al terremoto avvenuto in Centro Italia, 600  euro Sportlife, 600 euro ad AVI e altrettanti all'associazione Rosa Canina. La scelta dei beneficiari è stata effettuata durante la manifestazione dalle associazioni partecipanti”. I destinatari sono così stati accolti questa mattina in Municipio dal sindaco, Marzio Favero, e dall’assessore allo Sport, Elisa Gobbo.

Daniele Marcusso, presidente di Sportlife, ha specificato che il gradito contributo dar utilizzato per il progetto “Piccoli in piscina” presso l’impianto natatorio di Montebelluna per sostenere le famiglie i cui figli hanno bisogno di un’attività ludico-terapeutica in acqua. L’avvocato Tartini dell’AVI ha annunciato che i fondi saranno devoluti per sostenere le spese di viaggio di alcuni studenti che andranno a prestare volontariato in Kenya nell’ambito di un progetto di cooperazione promosso dall’Avi stesso.

Renato Cima, presidente di Rosa Canina, ha dichiarato che il contributo verrà utilizzato per attività didattiche specifiche, extra quelle ordinarie, che saranno sviluppate da Rosa Canina per i propri utenti. Il sindaco Marzio Favero commenta: “Le nostre associazioni sportive fanno già un’azione di volontariato straordinaria, soprattutto orientata alla promozione, della pratica atletica come prassi educativa rivolta ai giovani. E’ bello vedere che questo spirito di volontariato va oltre lo sport stesso per trasformarsi in concreto aiuto ai progetti di solidarietà sociale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento