rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca Montebelluna

Quarta violenza sessuale su pazienti, chiesti tre anni di reclusione per ex ginecologo della Usl

La lettura della sentenza nei confronti di F.A., un medico montebellunese di 55 anni, ci sarà il prossimo 26 gennaio. L'uomo, accusato di aver praticato manovre non ortodosse, ha ha le spalle duie sentenze definitive e una di primo grado per lo stesso reato e, a questo punto, rischia di finire in carcere

Tre anni di reclusione. Questa la richiesta della Procura nei confronti di F.A., 55 anni, il ginecologo accusato da una delle sue pazienti di averle praticato, invece di una normale visita ginecologica, delle manovre poco ortodosse, che sarebbero sfociate in una violenza sessuale. Il legale dell'uomo, l'avvocato Alessandra Nava, ha invece chiesto l'assoluzione.

Oggi, 10 gennaio, era attesa la sentenza al termine del rito abbreviato che il ginecologico - ex medico dell'Uls, dimessosi dall'incarico dopo essere stato sospeso per un anno dall'azienda sanitaria - deve affrontare per quello che è il quarto caso di violenza sessuale nei confronti di pazienti. I due precedenti erano finiti davanti alla Corte di Cassazione per il terzo grado ed in entrambi i casi gli Ermellini avevano respinto il ricorso, confermando le condanne a un anno per un episodio avvenuto all?ospedale di Castelfranco e a due anni e 6 mesi per un fatto avvenuto durante una visita al ?San Valentino? di Montebelluna. Il terzo caso si era concluso invece con un altro abbreviato, in primo grado, e ancora con la condanna a un anno e quattro mesi. F.A. rischia quindi di finire in carcere.

Nel procedimento che andrà a concludersi il 26 gennaio prossimo, con la lettura della sentenza, il ginecologo sarebbe stato incastrato dalla stessa vittima, grazie ad una mail-esca indirizzata al medico all?indomani di un appuntamento ginecologico in un ambulatorio dell?ospedale di Montebelluna e in cui si diceva soddisfatta della sua visita. Lusingato dal messaggio ricevuto, il medico avrebbe risposto confermando che quella avuta con la paziente non era stata una normale visita ginecologica. Ma si tratta di una versione che perà F.A. respinge con fermezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quarta violenza sessuale su pazienti, chiesti tre anni di reclusione per ex ginecologo della Usl

TrevisoToday è in caricamento