Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Via Piave

Cambio di viabilità a Montebelluna: nell'insieme traffico regolare

Dal rapporto di polizia locale non si segnalano particolari criticità se non quelle, peraltro già note, relative a via Piave in concomitanza con la chiusura del passaggio a livello

I lavori in piazza

MONTEBELLUNA Qualsiasi cantiere genera disagio. Il cantiere su via Montello è un cantiere su un’arteria fondamentale. Nonostante tutto questo il sistema ha retto con un solo momento di sofferenza intorno alle 18.30 con accodamenti che erano normali prima del Put e con un disagio inferiore alle colonne generate dalla chiusura, durata sei mesi, di via Piave in occasione della realizzazione della rotatoria di piazza IV Novembre.

La temuta paralisi del traffico cittadino prevista per lunedì in relazione alla chiusura di una corsia dell’arteria di via Montello a causa dei lavori per la realizzazione della rotatoria all’incrocio con via XXIV Maggio, non c’è stata nonostante un gravoso ritardo del treno in mattinata attorno alle ore 11.30 che ha prolungato i tempi di attesa ai caselli, la doppia chiusura ravvicinata del passaggio a livello in serata, proprio nell’ora di punta, tra le 18.00 e le 18.30. Da aggiungere come fattore di disagio un incidente in via San Vigilio ed un auto in panne nella Feltrina nuova. Secondo quanto riportato dalla polizia locale, impegnata assieme ai tecnici comunali e alla protezione civile a sorvegliare il traffico odierno in più punti considerati critici (parte nord di via Montello, rotatoria piazza IV Novembre, via Boccacavalla), non si sono segnalati particolari rallentamenti.

Il traffico è risultato piuttosto comunque scorrevole durante la giornata. Le uniche criticità, peraltro già note, si sono evidenziate lungo via Piave e via Risorgimento, in concomitanza con la chiusura del passaggio a livello, che hanno causato alcuni rallentamenti. Il picco si è verificato intorno alle 18.10 quando a causa della doppia chiusura del passaggio a livello a pochi minuti di distanza, ha creato una colonna di auto che ha raggiunto la zona dei Pilastroni, circa 200 metri in più rispetto a quella che ordinariamente si forma ogni sera fino la rotatoria davanti al Museo civico. Insomma, la situazione attuale appare simile a quella precedente il Put quando era del tutto normale che si creassero colonne fino ai Pilastroni, anzi spesso fino alla rotatoria di Caonada. Ma è già il momento dei primi correttivi: la polizia locale infatti rileva che aver conservato il baffo d’innesto in via Boccacavalla sul cavalcavia della Feltrina in direzione sud, provoca rallentamenti in discesa verso la rotatoria alle Crozzole. Pertanto viene individuata come soluzione la chiusura di detto baffo con l’invito a chi viene da Biadene ad immettersi direttamente nella rotatoria delle Crozzole che ha dimostrato una buona capacità di assorbimento. La polizia locale, infine, rinnova l’invito a chi deve entrare in città da nord di utilizzare l’accesso tramite la rotatoria delle Crozzole e per chi deve entrare da sud-est la Feltrina e via Piave.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio di viabilità a Montebelluna: nell'insieme traffico regolare

TrevisoToday è in caricamento