menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montebelluna: Pineta di Biadene pronta per la prossima estate

Approvato in giunta il progetto esecutivo dell'intervento di riqualificazione, del costo di 80mila euro. Il sindaco Marzio Favero: "Ringrazio il Comitato civico e gli Alpini che hanno seguito con attenzione il difficile iter che si conclude formalmente e sostanzialmente grazie all'intesa raggiunta coi privati"

MONTEBELLUNA La Giunta comunale di Montebelluna ha approvato oggi il progetto esecutivo della riqualificazione della cosiddetta Pineta di Biadene che porterà le prossime settimane all'apertura del cantiere. Il progetto, finanziato con circa 20mila euro dalla Regione e circa 60mila euro dal Comune, ha lo scopo di migliorare la fruibilità, l'accessibilità e la sicurezza dell’area verde sia agli utenti diversamente abili, sia ai mezzi per la manutenzione straordinaria delle antiche alberature presenti nell’area.

Perfezionato assieme al comitato civico di Biadene-Pederiva e con il Gruppo degli Alpini che da anni si occupano alla manutenzione dell’intera Pineta, il progetto prevede la realizzazione di un accesso e  di uno spazio di parcheggio, utile per garantire l’abbattimento delle barriere architettoniche. Saranno realizzate passeggiate, parapetti, punti luce, spazio per piccoli spettacoli: il tutto secondo criteri di rispetto paesaggistico e compatibilità ambientale.

Trova così conclusione un iter che è stato complicato perchè si è dovuto affrontare il blocco della spesa di investimento legato al Patto di stabilità, la necessità di riconoscere l'interesse pubblico dell'intervento inserendo parte delle aree pirvate nel Piano degli interventi e il dialogo coi privati che fortunatamente si è concluso con accordo fra le parti che garantisce l'accessibilità all'area pubblica.

Il sindaco Marzio Favero dichiara: ““Finalmente ci siamo e per l'estate l'area sarà disponibile all'utilizzo pubblico. Quasi contestualmente all'apertura del cantiere di Villa Pisani partiranno anche i lavori della Pineta, decisamente più semplici e rapidi. Ringrazio il Comitato civico e gli Alpini di Biadene che hanno seguito con attenzione il difficile iter che oggi si conclude formalmente e sostanzialmente grazie all'intesa raggiunta coi privati. Peraltro l'area della Pineta assumerà un significato ancora più importante tra un anno e mezzo quando si concluderanno anche i lavori di Villa Pisani perchè ne fungerà da importante complemento. Ringrazio infine anche gli uffici anche per il paziente lavoro di mediazione condotto”.

Aspetti tecnici dell’intervento. Le opere avranno lo scopo sia di migliorare l’accessibilità e la sicurezza della Pineta Correr-Pisani sia la funzionalità. Sarà eseguita la pulizia generale (taglio erba, arbusti e alberi, potature, eliminazione di rampicanti, piante morte e rami pericolanti), delimitati i  percorsi più esposti per segnalare le parti non accessibili al pubblico ma accessibili soltanto al personale addetto alla loro manutenzione, sistemato il sentiero che attraversa la pineta ed individuato un percorso vicino all’area dove è situata l’opera idraulica per rendere possibile l’osservazione di questa interessante opera di ingegneria. Sarà inoltre rifatta la scalinata corrispondenza dell’accesso pedonale dallo Stradón, e realizzata un piastra circolare all’interno della quale potrà essere installato un palco orientabile in funzione delle attività che si intende svolgere nell’area. Verrà realizzato l’impianto di illuminazione per i percorsi e delle aree di sosta, l’impianto elettrico e idraulico in corrispondenza della piastra circolare per le manifestazioni ed, infine, allestite nuove panchine e cestini portarifiuti.

Dopo un tortuoso iter, la procedura si è ormai completata e nei prossimi mesi potrà iniziare l'atteso intervento presso la Pineta. Questo grazie all'accordo raggiunto coi privati per cui il Comune ha accolto l’osservazione dei tre comproprietari, conseguentemente il progetto preliminare è stato modificato, accogliendo le richieste dei privati affinché l’esproprio fosse limitato all’accesso cioè all'area che al Comune serve funzionalmente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento