Montebelluna: l’omaggio del Comune agli studenti del Levi per il loro "Young G7"

Ottenuti dal liceo montebellunese due dei venti riconoscimenti assegnati agli studenti. L’assessore alla pubblica Istruzione, Claudio Borgia, ha consegnato loro un piccolo omaggio da parte dell’amministrazione comunale

Da sinistra Lorenzo Portaluri, Chiara Bargellesi, l'assessore Claudio Borgia, Valentina Vidotto e Andrea Visentin

MONTEBELLUNA Un omaggio ai quattro studenti del liceo primo Levi di Montebelluna che, con successo, hanno partecipato qualche settimana fa al "Young G7" (il G7 delle scuole), che si è svolto dal 23 al 25 maggio a Catania, proprio nei giorni precedenti il G7 di Taormina. Chiara Bargellesi, Lorenzo Portaluri, Valentina Vidotto e Andrea Visentin, assieme alla professoressa di italiano e latino, Daniela Danieli, che li aveva accompagnati in Sicilia, sono stati ricevuti oggi dall’assessore alla pubblica Istruzione, Claudio Borgia, che ha espresso le congratulazioni a nome di tutta l’amministrazione comunale.

Nel mese di maggio i quattro studenti erano stati selezionati a partecipare all’iniziativa sulla base delle conoscenze geopolitiche e della lingua inglese tra un gruppo di circa venti allievi del liceo Levi. In tempo record hanno quindi predisposto i materiali per poter accedere al Young G7. Promosso dal Miur, l'incontro ha coinvolto le studentesse e gli studenti di 20 scuole superiori di 18 regioni italiane (scelte tra 116 candidate) che si sono immedesimati nei rappresentanti dei G7 e della delegazione Ue, simulando le sedute di lavoro del summit di Taormina.

I "delegati" hanno svolto attività diplomatiche: hanno tenuto discorsi, preparato bozze di dichiarazioni, negoziato con gli altri "Capi di Stato", risolto questioni complesse muovendosi tra le varie commissioni tematiche. I ragazzi del Levi avevano il compito di rappresentare la delegazione giapponese: nello specifico Chiara Bargellesi e Lorenzo Portaluri hanno preso parte alla seconda commissione su “Managemet of Human Mobility” mentre Valentina Vidotto e Andrea Visentin alla terza commissione su “Prevention of Terrorism”. La partecipazione dei ragazzi si è rivelata molto positiva: dei 10 riconoscimenti previsti, infatti, due sono stati assegnati agli studenti del Levi, tra cui il premio più prestigioso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiara Bargellesi ha ottenuto il primo premio come miglior partecipante individuale e questo le permetterà di partecipare nei primi mesi del prossimo anno ad una simulazione dei lavori della Nazioni Unite all’università di Harvard negli Stati Uniti. Inoltre, la seconda commissione su “Managemet of Human Mobility” si è aggiudicata il secondo posto come migliore Committee per cui Chiara  Bargellesi e Lorenzo Portaluri nelle prossime settimane parteciperanno al Campus Party sull’innovazione e le nuove tecnologie in programma a Milano. Commenta l’assessore Claudio Borgia che lunedì mattina, in Municipio, ha anche consegnato un piccolo dono ai ragazzi: “Esempi come questi vanno valorizzati e resi noti alla comunità perché danno la misura dell’eccellenza formativa locale. E’ un risultato brillante che, non solo gratifica l’impegno di questi ragazzi, ma che si traduce in un bene per l’intera collettività tanto più quando, come in questo caso, comporta l’approfondimento di grandi temi attraverso il confronto ed il dialogo alla pari con gli altri. Un grazie particolare ai nostri dirigenti scolastici del territorio che prestano sempre attenzione e sensibilità verso questi progetti formativi di spessore culturale e prestigiosi anche a livello internazionale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento