menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'aula di tribunale

Un'aula di tribunale

A processo per stalking minaccia in aula l'avvocato della moglie e una testimone

Nel mirino di un 40enne di Montebelluna, Luisa Osellame, l'avvocato di parte civile che difende la vittima degli atti persecutori

«Tutti quelli che si mettono contro di me la pagheranno cara. Anche l'avvocato Osellame». Sono le minacce rivolte ad una testimone della Procura da un 40enne di Montebelluna, ora a processo con l'accusa di stalking ai danni della ex moglie. A rivelare il dettaglio è stata la stessa testimone che avrebbe ricevuto “l'avvertimento”. «E' venuto a casa mia ma non mi ha trovato -ha raccontato durante la sua deposizione in aula- allora si è rivolto a mio marito avvisandolo che chi si mette contro di lui la pagherà cara. Compreso l'avvocato Osellame».

Luisa Osellame, che al momento delle dichiarazioni rese dalla teste era in aula, è l'avvocato di parte civile che difende la 40enne che ha denunciato l'ex e che aveva concluso la sua testimonianza solo qualche minuto prima. Il giudice Michele Vitale, dopo aver appreso del fatto, ha disposto il trasferimento degli atti alla Procura per valutare il reato, gravissimo, di minaccia ad un testimone. In aula la vittima del presunto stalking ha raccontato degli anni di inferno trascorsi con un marito che beveva, che la umiliava e che l'avrebbe anche picchiata e minacciata di morte. Poi nel 2018, finalmente, il coraggio di denunciare.

«All'inizio -ha detto la donna- pensavo di essere io la colpa dei suoi comportamenti, poi ho capito che ero solo la vittima di una persona che  0avevo idealizzato e che invece mi ha trattato male e ferita». «Se mi lasci di uccido»: queste le minacce del 40enne, accecato dalla gelosia perché convinto che la sua ormai ex moglie fra il 2017 e il 2018, quando lei gli ha detto di volersi separare, avesse una relazione con un altro uomo. Ora i guai giudiziari per l'imputato, difeso dall'avvocato Paolo Pastre, potrebbero diventare se possibile ancora più seri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento