rotate-mobile
Cronaca Montebelluna

Entra in una casa disabitata e ruba un frullatore, 29enne condannato a un anno

L'uomo, un giovane albanese residente a Montebelluna, si era introdotto il 16 dicembre del 2023 in una abitazione abbandonata da cui aveva sottratto, oltre al piccolo elettrodomestico, anche tre quadri e un vassoio

Quando aveva visto una persona aggirarsi nei pressi di un'abitazione e poi entrare all'interno ha subito allertato il 112. La rapidità della segnalazione di un residente e l'altrettanto veloce intervento di una pattuglia dei Carabinieri della stazione di Crocetta del Montello avevano permesso l'arresto di un 29enne di origini albanesi, residente a Montebelluna, bloccato mentre tentava di dileguarsi. L'uomo, finito agli arresti domiciliari, si è presentato oggi 17 maggio di fronte al giudice per affrontare il giudizio, in abbreviato, in cui era assistito dall'avvocato Mario Nordio. Il giovane straniero è stato condannato a un anno di reclusione per furto, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. La Procura aveva invece chiesto una pena di un anno e sei mesi.

Il fatto era accaduto a Montebelluna poco dopo la mezzanotte del 16 dicembre del 2023. L'uomo era stato visto aggirarsi in bicicletta con fare sospetto nei pressi di un’abitazione disabitata di via dei Soster e poi fare irruzione all'interno. Due carabinieri della stazione di Crocetta del Montello in servizio di pattuglia erano giunti sul posto e dopo aver notato la tapparella della finestra dell’abitazione in questione che veniva alzata e poi abbassata, si erano posizionati in modo da impedire la fuga dell’autore dell’intrusione.

Dopo pochissimi secondi il 29enne era uscito dal portoncino e vedendo uno dei due militari, dopo aver abbandonato a terra un involucro costituito da una coperta con all’interno degli oggetti (tre quadri, un frullatore e un vassoio) era corso lungo il perimetro della abitazione, scavalcando la recinzione. Qui però si era scontrato con l’altro carabiniere che si era appostato proprio per “coprire” una possibile via di fuga. Ne era nata una violenta colluttazione poiché il malvivente aveva cercato in tutti i modi di darsi alla fuga. Ma era stato alla fine raggiunto e, non senza difficoltà, definitivamente bloccato dai due carabinieri.

I due militari avevano rimediato alcuni giorni di prognosi a seguito dell’accaduto così come il fermato, che persino nelle fasi in cui veniva medicato dai sanitari continuava a proferire minacce contro i carabinieri. Il 29enne non sarebbe nuovo ad scorribande simili: nel corso della immediata perquisizione personale allo straniero sono stati sequestrati, nascosti in una tasca interna del giubbotto, un pugnale con relativo fodero lungo 24 centimetri circa e in altre tasche un paio di torce di piccole dimensioni. Il reato di furto in abitazione è stato riqualificato nel corso del processo in furto semplice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entra in una casa disabitata e ruba un frullatore, 29enne condannato a un anno

TrevisoToday è in caricamento