Pedinata dall'ex marito, si rifugia in caserma: stalker arrestato

L'episodio ieri a Montebelluna: in cella un operaio albanese di 38 anni, con precedenti. La vittima, una 35enne, si è messa in salvo recandosi dai carabinieri: stava andando a fare la spesa con la figlioletta e la so

MONTEBELLUNA Un operaio albanese di 38 anni, con precedenti per furti e reati contro la persona, è stato arrestato domenica pomeriggio per stalking dai carabinieri di Montebelluna. L'uomo da tempo perseguitava l'ex moglie, una connazionale 35enne, residente nel centro montebellunese. I problemi all’interno della coppia sono cominciati alla fine del 2015, con una serie di atteggiamenti aggressivi dell’uomo nei confronti della moglie che ben presto hanno portato all’interruzione del matrimonio. Da quel momento gli atteggiamenti del 38enne sono diventati sempre più pesanti, con ripetuti pedinamenti, appostamenti nei pressi dell’abitazione, minacce e percosse, per i quali, puntualmente, la donna ha presentato svariate denunce presso la stazione dei carabinieri di Montebelluna.

Intorno all’ora di pranzo di domenica, la vittima, mentre si stava recando in macchina a fare la spesa, in compagnia della figlioletta e di sua sorella, si è accorta di essere seguita con insistenza dall’ex marito. Pertanto ha deciso di rifugiarsi presso gli uffici della Compagnia di Montebelluna, ma lo stalker l'ha inseguita fino all’interno della sala d’attesa, per farla desistere dall’intento.

I militari di servizio, resisi conto dello stato d’ansia della donna e della effettiva situazione di pericolo che stava correndo, hanno arrestato l’uomo, per atti persecutori e lo hanno accompagnato presso la casa circondariale di Treviso, a disposizione del sostituto procuratore della Repubblica di turno presso il Tribunale, Dr. Davide Romanelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento