Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Addio a Rosa Renosto, storica vivaista di Treviso: a stroncarla un infarto

Vedova di Ulisse Pavan, l'80enne è deceduta in casa nella mattinata di venerdì. I funerali si terranno giovedì 13 alle ore 16 presso la chiesa di Fontane

Rosa Renosto

Nata a Barce (Libia) nel 1940, nella colonia italiana, Rosa Renosto avrebbe compiuto 80 anni il prossimo 30 giugno. Era l'ultima della tribu dei Renosto, la più piccola di 11 fratelli. Un infarto improvviso l'ha portata via venerdì mattina accasciandosi sul tavolo  mentre si preparava la colazione. Ad arrivare sul posto verso le ore 9 la signora di casa che, capendo che nessuno le avrebbe aperto, ha avvisato i parenti poi accorsi per il triste epilogo.

Da giovane Rosa lavorò alla fabbrica da Krull in viale Lazzati e poi convolò a nozze con Ulisse Pavan. Ragazza solare e affascinante, dai lunghi capelli neri, era una donna generosa dal carattere piacevole e amichevole. Suo testimone di nozze fu tra l'altro il pittore Luciano Gasper, gran amico di famiglia. Erano gli anni '60 spensierati e felici di una Treviso che non c'è più, fatta di cenacoli di artisti, pittori e poeti. Insieme ad Ulisse, e al cognato Tarcisio, gestì una floricoltura in viale Monfenera e poi a metà degli anni '80 si trasferirono con il vivaio a Fontane di Villorba.

Con i fiori hanno addobbato centinaia di feste, matrimoni, battesimi e convegni, oltre a collaborare anche con il Comune di Treviso ed il Teatro Comunale. Dopo la morte dell'amato Ulisse, avvenuta quattro anni fa, Rosa si era trasferita da Fontane a Carità. Lascia ora un grande vuoto tra tutti i familiari, i fratelli Elio, Bruno (emigrato in Canada), Luigina e Ernesto, tanti nipoti e tra tutti gli amici che la conoscevano. I funerali avranno luogo giovedì 13 maggio alle ore 16 presso la chiesa di Fontane, partendo alle 15.30 dal Cà Foncello.

"E così venerdì mattina improvvisamente te ne sei volata via dal tuo amato Ulisse, dalla tua mamma e papà e i tuoi fratelli e sorelle...Ci hai lasciato un vuoto che ancora adesso fatico a crederci...Zia buona, generosa, solare, disponibile, con un carattere piacevole e donna d'un pezzo...potrei aggiungere tante altre parole, ma voglio ricordarti felice e sempre pronta a darmi due bacini...Ciao zia Rosa, grazie col cuore" dichiara in nipote Enrico Renosto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Rosa Renosto, storica vivaista di Treviso: a stroncarla un infarto

TrevisoToday è in caricamento