Stroncato da un male incurabile: Villorba dà l'addio al creativo Enrico Ciceri

Dopo essere stato tra i fondatori dello studio grafico di Benetton e aver lavorato per diversi anni nella moda milanese, il grafico si è spento all'età di 70 anni. Sarà cremato

VILLORBA E' finita all'hospice Casa dei Gelsi, la lunga lotta del creativo Enrico Ciceri contro la malattia che ormai da tempo l'aveva colpito. Nelle scorse ore, alla vigilia di Ferragosto, il suo cuore ha smesso di battere all'età di 70 anni al termine di una vita davvero intensa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nato a Milano, ma cresciuto professionalmente nella Marca trevigiana, Ciceri (come riportato da "La Tribuna di Treviso") è stato uno dei pionieri dello studio grafico di Benetton, ideando progetti di grande successo per l'azienda trevigiana. Da lì il ritorno nella sua città d'origine e l'immersione per diversi anni nel frenetico mondo della moda milanese. Gucci il marchio che l'aveva voluto a tutti i costi, ma a lungo andare quella costante frenesia ha finito per stancare la mente estremamente creativa di Enrico Ciceri che aveva deciso di abbandonare l'Italia per trasferirsi in Tanzania. Proprio qui, quando tutto sembrava pronto per un nuovo inizio, è arrivato un nuovo colpo di scena nella sua esistenza. In Africa Ciceri ha conosciuto quella che è diventata la sua compagna di vita. Una trevigiana doc, originaria di Villorba. Dagli inizi con Benetton fino a questo romantico incontro, sembrava che l'intera esistenza di Ciceri stesse seguendo un incredibile percorso circolare che alla fine l'ha riportato nella Marca trevigiana. Purtroppo i motivi del ritorno non sono stati molto felici. Il creativo milanese è arrivato nei mesi scorsi alla Casa dei Gelsi per provare a trovare qualche beneficio dalla gravissima malattia che l'aveva colpito. Quando nelle scorse ore il suo cuore ha smesso di battere al suo fianco c'erano tutte le persone a lui care. Oltre alla moglie Evania, c'erano anche i figli Simone e Roberta. Il corpo di Ciceri verrà cremato, mentre non è ancora stata fissata una data precisa per i funerali dell'uomo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Azienda trevigiana investe 2mila euro a dipendente per corsi e viaggi all'estero

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Una folla commossa per dare l'ultimo saluto al piccolo Tommaso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento