rotate-mobile
Cronaca Castelfranco Veneto

Indimenticabile Fantozzi: Donatella Rettore ricorda l'amico Paolo Villaggio

Una lunga amicizia vissuta insieme al grande comico italiano. La celebre cantante di Castelfranco Veneto ha voluto dare l'addio, attraverso i nostri microfoni, al mitico Fantozzi

CASTELFRANCO VENETO C'è un leggero velo di tristezza, ma anche tanta serenità nella voce inconfondibile di Donatella Rettore nel momento in cui inizia a parlare, ai nostri microfoni, della recente scomparsa dell'amico Paolo Villaggio.

Rettore-3-2Tristezza dovuta al fatto che perdere qualcuno che si è conosciuto per così tanto tempo non fa mai piacere, ma il fatto di sapere che se ne è andato serenamente e nel modo in cui lui avrebbe sempre voluto, riempie di gioia la cantante trevigiana. "Ormai, passati i 60 anni, ogni giorno che viviamo è regalato" esordisce la Rettore ai nostri microfoni. "In quest'ultimo periodo sono scomparse talmente tante persone a me care che non so nemmeno più come reagire di fronte a questa triste ecatombe. Il ricordo che mi lega di più a Paolo è sicuramente quello di un amico di lunga data, conosciuto all'epoca grazie al grande Ugo Tognazzi. Una coppia di attori straordinari che ancora oggi non riesco a immaginare separati l'uno dall'altro. Sono stati anni magnifici, quelli vissuti durante i Settanta, insieme a due personaggi del loro calibro. Conoscendo Paolo ho avuto la fortuna di assistere alla genesi del leggendario ragionier Fantozzi. Un personaggio tragicomico in cui ognuno di noi si è identificato almeno una volta nella vita. Fu un successo straordinario, ma non bisogna dimenticare che quel ruolo portò a Villaggio anche tante critiche da parte del pubblico che, sentendosi forse chiamato in causa nella caricatura grottesca dello sventurato ragioniere, l'aveva più volte insultato e minacciato dopo l'uscita dei primi film diventati poi dei veri e propri cult. Abbiamo riso tanto insieme, prendendoci spesso in giro. Lui mi derideva per il mio grande amore verso gli animali, solo con gli anni ho scoperto che Paolo aveva ben cinque cani in casa". Prosegue la Rettore: "Il nostro rapporto era così ironico e scanzonato che Villaggio (sceneggiatore, oltre che attore, dei primissimi film su Fantozzi) decise di inserirmi in una battuta del celebre "Fantozzi contro tutti" (1980), facendo storpiare il mio nome nello storico Donatella Erezione pronunciato da un incontenibile Diego Abatantuono. 

Negli ultimi anni di vita Paolo Villaggio era stato colpito da diversi problemi di salute, aggravatisi in queste ultime ore che l'hanno portato alla morte in una clinica romana. "Mi diceva sempre: 'Donatella ho un cuore di panna'. Lo ricordo come una persona molto intelligente e autoironica, grande amante delle donne, ma sempre con galanteria: 'Mi piace guardare, senza toccare' era una battuta che gli ho sentito dire spesso. Oggi mi rende serena il fatto che lui non temesse la morte perché sapeva di aver vissuto una vita piena in cui aveva potuto fare tutto ciò che aveva sempre desiderato. Avrebbe voluto che ai suoi funerali ci fossero stati sia il Papa che il Presidente della Repubblica. E ora, anche se la sua scomparsa lascerà un vuoto enorme, sono felice di sapere che se ne è andato con il sorriso. Te vojo ben, Paolo!" Il ricordo di Donatella Rettore è uno tra le migliaia di omaggi che sono stati rivolti a Villaggio in queste ore a testimonianza del suo valore per la Storia del nostro Paese. In suo onore tutta la programmazione televisiva di lunedì 3 luglio sarà dedicata ai film che l'hanno avuto come protagonista. Alle 21.30 su Rai1 andrà in onda proprio "Fantozzi contro tutti", alle 23.15 su Rai2 le risate continuano con "Fantozzi subisce ancora" (1983). Rete4 celebra invece le origini del mito programmando il primo "Fantozzi" alle ore 21.20. Uno speciale approfondimento sull'attore sarà invece disponibile su Canale5 a partire da mezzanotte e un quarto. Su La7 l'appuntamento è per le 21.15 con "Fracchia contro Dracula" (1985) altra celebre maschera creata da Villaggio. Si chiude alle 21.20 su Tv Nove questa grande programmazione speciale con il più recente "Fantozzi in Paradiso" (1993) simbolico addio a un gigante indimenticabile del cinema italiano. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indimenticabile Fantozzi: Donatella Rettore ricorda l'amico Paolo Villaggio

TrevisoToday è in caricamento